Cos’è l’Associazione MSF Italia

MSF Italia è costituita, per statuto, in associazione, e ha bisogno del contributo di persone diverse, motivate, con una conoscenza diretta e personale dell’azione di MSF, che ne condividano i valori e che decidano di dedicare energie e idee all’azione ed alla testimonianza in favore delle popolazioni in difficoltà.

L’associazione, attraverso l’Assemblea Generale dei Soci, governa formalmente MSF Italia e garantisce la coerenza della sua azione con i principi e con il mandato espressi nella Carta e nei successivi documenti (Chantilly e La Mancha).

L’associazione costituisce anche una fondamentale piattaforma informale di continuo confronto, dibattito e crescita: diventare Socio significa condividere degli ideali ed accettare di informarsi, riflettere, discutere e partecipare alla costruzione dell’identità e dell’azione di MSF. Diventare Soci è dunque un impegno personale, che richiede un atteggiamento proattivo; e l’appartenenza all’associazione si realizza sia attraverso momenti formali (Assemblea Generale, Consiglio Direttivo etc.) che attraverso importanti momenti informali.

Il Socio di MSF Italia

Chi può diventare Socio di MSF Italia

Può diventare Socio chi ha maturato, lavorando per MSF sul terreno, negli uffici o nei Gruppi di volontari, una conoscenza dei principi e delle attività di MSF tale da permettergli di scegliere consapevolmente se aderirvi.

Perché diventare Socio

Far parte dell’associazione implica un forte impegno personale: per questo, non si diventa Soci per automatismo, ma per scelta.
I Soci hanno il diritto (e l’impegno!) di partecipare, anche per delega, all’Assemblea generale annuale. Tuttavia, si può partecipare alla vita associativa anche in altri modi: lavorando sul terreno nei progetti di MSF; al ritorno dalla missione, attraverso la testimonianza; collaborando alle attività dei Punti Informativi (noti anche come Gruppi MSF); partecipando in modo attivo ai momenti di incontro (operatori umanitari, punti informativi etc.) ed alla comunicazione interna (contributi alle Voci Di Dentro etc.). Questo coinvolgimento è essenziale per contribuire alla crescita di un movimento capace di costruire pensiero e di orientare le attività operazionali mantenendo i beneficiari (le popolazioni in difficoltà) al centro di ogni scelta.

Gli organi dell’Associazione

Il cuore della vita associativa formale di MSF Italia è l’Assemblea Generale.

Nel corso dell’Assemblea, il Consiglio Direttivo e l’Esecutivo riassumono le attività dell’anno trascorso ed espongono la visione per il futuro; vengono eletti i nuovi membri del Consiglio Direttivo; vengono approvati il rapporto d’attività e il budget; vengono discusse questioni rilevanti inerenti alle scelte di fondo e alle priorità di MSF e vengono votate le mozioni e raccomandazioni che, se approvate, diventano vincolanti per orientare l’attività dell’associazione nell’anno successivo.

L’Assemblea Generale elegge il Consiglio Direttivo, a cui viene delegato il governo di MSF Italia. Il Presidente del Consiglio Direttivo è il legale rappresentante dell’associazione e la rappresenta a livello di movimento internazionale. La maggioranza dei consiglieri deve svolgere una professione sanitaria riconosciuta dalla legge italiana e deve avere esperienza di terreno maturata quale operatore umanitario di MSF.

 

Ogni anno, ad autunno, tutte le componenti di MSF Italia si riuniscono in un Forum durante il quale si dibattono i temi strategici per la nostra associazione.