Dalla sua scoperta nel 1981, si calcola che l’HIV abbia ucciso più di 25 milioni di persone. Secono l’Organizzazione Mondiale della Sanità, sono 34 milioni le persone attualmente infette, e la maggior parte di esse vive in Africa.

L’HIV (virus dell’immunodeficienza umana) provoca un graduale indebolimento del sistema immunitario esponendo la persona infetta a sviluppare infezioni cosiddette opportunistiche, come tubercolosi, polmoniti, meningiti e alcune forme di cancro. Si parla di AIDS (Sindrome dell’immunodeficienza acquisita) per i casi entrati nella fase conclamata e sintomatica dell’infezione.

L’infezione si trasmette tramite i contatti sessuali non protetti, attraverso il contatto con sangue contaminato e per via materno-infantile (duranate la gravidanza e tramite l’allattamento al seno). Attualmente l’infezione non può essere guarita, ma l’assunzione regolare di una terapia antiretrovirale (un cocktail di 3 farmaci assunti quotidianamente per tutta la vita) consente di controllare l’infezione e garantisce uno stato di salute comparabile a quello delle persone sieronegative. Senza trattamento, l’HIV conduce inesorabilmente alla morte.

MSF gestisce programmi per l’HIV/AIDS dal 1999, offrendo accesso libero e gratuito al test di diagnosi, la terapia antiretrovirale quando necessaria, i trattamenti per le infezioni opportunistiche, la prevenzione della trasmissione materno-fetale, oltre che servizi di supporto psicologico alle persone sieropositive.

MSF è stata tra le prime organizzazioni mediche a distribuire farmaci antiretrovirali nei Paesi in via di sviluppo e ha contribuito a elaborare protocolli di cura semplificati e strategie di intervento adattate ai contesti a basse risorse. È stata tra i protagonisti della lotta globale ai brevetti farmaceutici che ha consentito una riduzione di circa 100 volte del prezzo dei farmaci antiretrovirali ed è tuttora impegnata nel contrastare le politiche commerciali che ostacolano l’accesso ai nuovi farmaci a prezzi accessibili.

Alla fine del 2012, MSF seguiva 310.500 pazienti affetti da HIV e forniva terapie antiretrovirali a 284.300.