La malnutrizione è causata dalla carenza di sostanze nutritive essenziali. I bambini smettono di crescere e si ammalano più facilmente, a causa dell’indebolimento del loro sistema immunitario. Secondo l’OMS, infatti, la malnutrizione è la più importante minaccia alla salute globale, che soggiace a molte altre patologie letali. L'età più critica va dai sei mesi (quando di solito comincia lo svezzamento) ai due anni. Più in generale, i bambini sotto i cinque anni, gli adolescenti, le donne in gravidanza o durante l'allattamento, gli anziani e i malati cronici sono categorie a rischio a causa dei loro aumentati bisogni nutrizionali.

L’inadeguatezza nutrizionale del cibo disponibile è la più ovvia causa di malnutrizione, ma anche malattie acute come morbillo e diarrea possono causare malnutrizione. La malnutrizione è un problema cronico in alcune aree del pianeta, come la fascia del Sahel, dove le condizioni ambientali rendono particolarmente scarsa la disponibilità di alimenti altamente nutritivi, ma può divenire un problema acuto anche in contesti di conflitto cronico, come l’est della Repubblica Democratica del Congo, o dopo una catastrofe naturale, a causa del rapido esaurimento delle scorte alimentari disponibili e della difficoltà a procurarne di nuove.

Esistono due modi di verificare la malnutrizione infantile: calcolarla in base al peso e all'altezza dei bambini, o misurando la circonferenza del braccio (mid-upper arm circumference, MUAC). Le misure restituiscono una diagnosi di malnutrizione cronica o acuta; quest’ultima può andare da moderata a severa.MSF utilizza i cibi terapeutici pronti all'uso (ready-to-use food, RUTF) per curare la malnutrizione. I RUTF sono essenzialmente pasta di arachidi con aggiunta di proteine del latte e altri nutrienti e contengono tutte le sostanze di cui un bambino malnutrito ha bisogno per ricominciare a prendere peso e compensare gli alimenti mancanti. Questi prodotti nutrizionali hanno lunghissima scadenza, non richiedono alcuna preparazione e sono molto maneggevoli, rendendo possibile il trattamento a domicilio quando non siano presenti complicazioni gravi che richiedano cure ospedaliere.

Nelle zone a rischio di malnutrizione, MSF adotta un approccio preventivo, distribuendo prodotti nutrizionali supplementari ai bambini a rischio per evitare che le loro condizioni di salute si aggravino.

MSF gestisce programmi nutrizionali nei più svariati contesti, dalla Sierra Leone al Bangladesh, dall’India al Ciad.

Ogni minuto, muoiono nove bambini perchè malnutriti. Nel 2012 MSF ha coinvolto 276.300 pazienti malnutriti nei progetti per la nutrizione. 

Unisciti a noi!

I nostri sostenitori sono una parte vitale di MSF.

Aiutaci anche tu a salvare vite umane.

 

Dona ora