La parola “emergenza” evoca immagini di catastrofi su larga scala, come terremoti o guerre. Esistono, però, anche bisogni di cure mediche in situazioni d’emergenza nascoste che, pur ricevendo una scarsa copertura mediatica, possono essere ugualmente gravi. 

Quando le persone sono emarginate dalla società o dimenticate dai loro governi, MSF interviene per curare le loro ferite fisiche e psicologiche e per portare all’attenzione della società le loro storie. Tra loro ci sono prostitute, bambini di strada, carcerati, tossicodipendenti e persone con problemi di salute mentale.