I migranti e le persone che vivono nelle zone remote dell’Egitto hanno difficoltà ad accedere ai servizi sanitari. 

Cosa facciamo

  • 18.750 visite ambulatoriali
  • 3.300 sedute di salute mentale individuali e di gruppo

Dove siamo

Cairo

Nella clinica di Abu Elian, alla periferia del Cairo, MSF offre assistenza medica a madri e bambini sotto i cinque anni di età. Nel 2013, sono state realizzate una media di 1.700 visite al mese; il 70% dei pazienti era composto da bambini piccoli che soffrivano di infezioni alle vie respiratorie, parassitosi intestinali, malattie della pelle e diarrea.

MSF fornisce anche trasporti e copre i costi ospedalieri per le donne incinte nel sistema di riferimento di emergenza della clinica, aperto 24 ore su 24. 

Assistenza a gruppi vulnerabili

Molti migranti e rifugiati che vivono in Egitto sono vittime di violenza. Nel 2013, MSF ha continuato a offrire assistenza per la salute mentale (742 nuovi pazienti, 2.530 sedute di controllo) e trattamento alle vittime di violenza sessuale (305 nuovi casi, 960 sedute di controllo) alla clinica di salute mentale Nasr City al Cairo. 

Supporto per l’inverno e formazione medica

Durante l’inverno particolarmente duro del 2013-2014, le équipe di MSF al Cairo e Alessandria hanno fornito supporto a famiglie vulnerabili che erano state identificate dai partner medici locali, realizzando visite mediche e psichiatriche e distribuendo kit per l’igiene e coperte. 

MSF ha anche formato un numero di medici volontari egiziani al Cairo, incluso del personale del Ministero della Salute, così che possano rispondere velocemente ed efficacemente ai bisogni medici durante le emergenze. La formazione comprendeva anche la gestione di un gran numero di feriti. 

La presenza di MSF nel Paese:

  • Personale presente alla fine del 2013: 85
  • Operiamo nel Paese dal: 2010