L'Egitto è un paese chiave di transito e destinazione per i rifugiati e i migranti di Africa e Medio Oriente, molti dei quali sottoposti a violenze o persecuzioni nei Paesi di origine. 

La presenza di MSF nel Paese:

  • Anno del primo intervento di MSF nel paese: 2011
  • Nel 2016 abbiamo trattato 1.465 pazienti e distribuito oltre 2.300 kit igienici.

 

Cosa facciamo:

Il numero di migranti che arrivano in Egitto è aumentato notevolmente negli ultimi anni a causa di conflitti e instabilità in Siria, Iraq, Sudan, Sud Sudan, Eritrea, Somalia, Libia e molti altri Paesi.

Vivono principalmente nella regione metropolitana del Cairo, ad Alessandria e a Damietta. Verso la fine del 2016 vivevano in Egitto 193.375 rifugiati e richiedenti asilo registrati. I migranti lottano per gli scarsi servizi per l’integrazione, le opportunità di lavoro limitate e le difficoltà di accesso all'assistenza sanitaria a causa della riduzione dei finanziamenti.

Molti aspettano che le loro richieste di asilo siano elaborate. Molti hanno subito violenza e sfruttamento nei loro Paesi d'origine o durante il viaggio verso l'Egitto e hanno problemi psicologici e disabilità fisiche.

MSF sviluppa piani individuali di trattamento riabilitativo per questi pazienti, che consistono in assistenza medica e mentale, fisioterapia e assistenza sociale. Nel 2016 MSF ha trattato un totale di 1.465 nuovi pazienti. Le équipe mediche hanno inoltre aiutato altri individui vulnerabili, effettuando 2.655 visite mediche e distribuendo oltre 2.300 kit igienici.

MSF ha proseguito i colloqui con il Ministero egiziano della Sanità e della Popolazione e le istituzioni mediche nazionali per stabilire progetti di partenariato in settori chiave della sanità pubblica e ha offerto di mettere a disposizione le proprie competenze tecniche mediche alle iniziative esistenti.

 

La mappa dei nostri interventi