Il ciclone tropicale Haruna ha colpito la costa sud-occidentale del Madagascar il 22 febbraio 2013, causando forti inondazioni e generando lo sfollamento di più di 10.000 persone. 

 

 

Cosa facciamo

  • 900 parti assistiti
  • 4.800 pazienti trattati per la malaria

Dove siamo

Bekily, Morombe e Tuléar

    La popolazione delle città di Tuléar e Morombe è stata particolarmente colpita dal ciclone. Numerose agenzie umanitarie hanno risposto, incluso un’équipe di MSF che ha gestito cliniche mobili e donato farmaci alle strutture delle città e ai centri sanitari delle aree circostanti fino a metà aprile.

    Da febbraio a maggio, un’équipe ha anche supportato le autorità sanitarie nel rispondere a un picco di infezioni da malaria a Tuléar, Morombe e Betioky. Sono state effettuate un totale di 5.761 visite mediche. 

    I tagli al budget governativo per i servizi sociali in seguito al colpo di stato del 2009 hanno avuto un forte impatto sul settore sanitario del paese. La politica di accesso all’assistenza sanitaria gratuita è stata ufficialmente abolita nel 2012. I donatori internazionali inoltre sono sempre più riluttanti a fornire aiuti in situazioni non emergenziali.

    Gli abitanti delle zone remote non possono accedere ai sevizi di cui hanno bisogno anche a causa delle grandi distanze dalle strutture sanitarie. 

    Migliorare l’assistenza sanitaria nella regione di Androy

    Dal 2011, un’équipe di MSF sta cercando di migliorare l’assistenza sanitaria nella regione remota di Androy. Cure mediche e farmaci sono forniti attraverso il pronto soccorso, il reparto e l’unità prenatale e di maternità dell’ospedale Bekily.

    Farmaci, formazione del personale e visite mediche sono anche fornite in due centri di salute.  I pazienti ricevono trattamenti per una serie di problemi medici come malaria e tubercolosi, oltre che per la schistosomiasi, una malattia parassitaria curabile che è endemica in Madagascar.

    Inoltre, MSF lavora con il Centro per il Test e il Trattamento della Tubercolosi, effettuando i test, sensibilizzando la popolazione e effettuando visite mediche. Durante il 2013, 70 nuovi pazienti sono stati ricoverati per ricevere un trattamento. 

    •  Personale presente alla fine del 2013: 118
    • Operiamo nel Paese dal: 1987

    Notizie & Pubblicazioni correlate