MSF ha fornito supporto al Ministero della Salute per aumentare il numero di pazienti sotto trattamento antiretrovirale (ARV) per l’HIV. 

Cosa facciamo

  • 55.100 pazienti in trattamento con ARV di prima linea
  • 4.000 pazienti sotto trattamento per la TB
  • 1.700 donne testate per cancro al collo dell’utero

Dove siamo

Chokwe, Maputo e Tete

Nonostante i progressi nella risposta nazionale del Mozambico all’HIV/AIDS, il virus è ancora responsabile del 40 per cento dei decessi tra gli adulti e del 14 per cento di decessi tra i bambini. 

Una barriera significativa all’accesso ad un’assistenza sanitaria adeguata è la mancanza di professionisti medici qualificati. MSF ha sviluppato delle soluzioni innovative nella gestione dell’HIV per superare questo ostacolo, affidando maggiori responsabilità ai pazienti e agli operatori sanitari di più basso livello. 

Il trattamento completo per i pazienti con HIV co-infettati da tubercolosi (TB) è stato fornito attraverso programmi nei distretti di Chamanculo e Mavalane nella capitale, Maputo, e a Tete.

Assistenza specializzata è stata fornita a pazienti con condizioni più complesse, come TB farmaco resistente (DR-TB), e a coloro che non avevano risposto al trattamento ARV di prima linea, o avevamo il sarcoma di Kaposi o tumore al collo dell’utero. E stato inoltre inserito nei programmi il trattamento per i bambini.

MSF sta fornendo supporto nell’implementazione di una politica per sottoporre a trattamento ARV tutte le donne incinte sieropositive e i bambini sotto i cinque anni di età. A Chamanculo, MSF ha lavorato in cinque centri di salute e in un centro di riferimento per casi complessi di HIV/AIDS, tutti gestiti dal Ministero della Salute.

MSF ha anche supportato il progetto di Mavalane che registrava i pazienti sotto trattamento ARV in quattro centri di salute e in un presidio sanitario: il 6% dei pazienti registrati aveva meno di 15 anni. MSF ha un'altra équipe che fornisce supporto al centro di salute Primeiro de Maio, con servizi specifici per adolescenti.

Ogni mese, più di 600 giovani hanno potuto usufruire di counselling, informazioni fornite da coetanei, test e accesso all’assistenza. 

L’analisi della carica virale, considerata il modello più avanzato per monitorare la quantità di virus HIV nel sangue di un paziente, è stata introdotta a Maputo e nel distretto di Changara nel 2013. Un’équipe di MSF ha formato il personale come supporto al Piano di Accelerazione del Ministero della Salute per rendere disponibile il trattamento ARV. 

Alluvioni a Chokwe

All’inizio del 2013, forti piogge hanno causato estese inondazioni. La provincia di Gaza e la città di Chokwe sono state particolarmente colpite e le strutture mediche, incluso l’ospedale principale, sono state danneggiate.

MSF ha inviato un’équipe di emergenza per supportare il Ministero della Salute con personale extra e forniture mediche. Durante il programma di emergenza della durata di due mesi, l’équipe ha realizzato più di 23.000 visite mediche. Circa la metà erano collegate all’HIV/AIDS e alla TB. Il resto dei pazienti soffriva principalmente di infezioni respiratorie, diarrea e malaria.

Le storie dei nostri pazienti

Carla 
Guarita da TB multi resistente ai farmaci a Maputo

Mi sento come se fossi rinata. Sono stati più di due anni di trattamento, che finalmente è finito. Ho pensato di abbandonare il trattamento e ho anche pensato al suicidio. Oggi ho problemi all’udito e devo usare apparecchi acustici per sentire. Inoltre, il problema alla vista è peggiorato. È stata una grande sfida per me, ma ora sono guarita dalla TB resistente ai farmaci e posso andare avanti con i miei sogni. 

La presenza di MSF nel Paese:

  • Personale presente alla fine del 2013: 327
  • Operiamo nel Paese dal 1984