Oltre mezzo milione di rifugiati di guerra siriani vivevano in Turchia alla fine del 2013. Le scarse condizioni di vita e la mancanza di accesso alle cure mediche che i rifugiati in Turchia, prevalentemente siriani, devono affrontare, rimangono preoccupanti, e MSF ha intrapreso vari interventi umanitari per fornire assistenza ai bisognosi.

Cosa facciamo

  • 29.000 visite ambulatoriali
  • 6.800 sedute di salute mentale individuali e di gruppo

Dove siamo

Kilis

Molti siriani si sono stabiliti nelle province meridionali di Kilis, lungo il confine tra Siria e Turchia. L’ONG Helsinki Citizens’ Assembly (HCA), in collaborazione con MSF, gestisce una clinica a Kilis con l’obiettivo di fornire assistenza medica di qualità, incluso servizi di salute mentale, a questa popolazione vulnerabile.

L’obiettivo principale delle attività di salute mentale a Kilis è di aiutare i rifugiati a gestire e migliorare la propria situazione, senza distinzione tra coloro che vivono nei campi e coloro che vivono al di fuori di essi.

I rifugiati privi di documenti sono una priorità per MSF poiché vivono al di fuori dei campi e non hanno accesso ai servizi e alla distribuzione degli aiuti. 

Una valutazione dei bisogni sanitari condotta da MSF tra i migranti ha rilevato una totale mancanza di accesso all’assistenza medica, così come barriere economiche e scarse condizioni di vita. La risposta delle organizzazioni umanitarie è risultata inadeguata. MSF ha fornito supporto ad un progetto psicosociale di HCA che aiuta comunità di migranti misti ad Istanbul.

Psicologi, operatori sanitari comunitari e interpreti turchi hanno fornito supporto ad attività di riferimento in 10 municipalità. Il progetto è stato chiuso alla fine dell’anno, poiché MSF ha deciso di concentrare i suoi interventi sui rifugiati siriani in Turchia. 

La presenza di MSF nel Paese:

  • Personale presente alla fine del 2013: 29
  • Operiamo nel Paese dal: 1999

Notizie & Pubblicazioni correlate