Nel 2016 Medici Senza Frontiere, insieme al Ministero della Sanità e all'Organizzazione Mondiale della Sanità, ha condotto la più grande campagna di vaccinazione orale contro il colera durante un'epidemia, quando si è verificato un focolaio a Lusaka. 

La presenza di MSF nel Paese

  • Operiamo nel paese dal 1999.
  • Tra il 9 e il 25 aprile 2016, il vaccino contro la colera orale è stato somministrato a 423.774 bambini. 

Cosa facciamo 

Sebbene il colera sia un grande problema di sanità pubblica in Zambia, dove le epidemie si manifestano tipicamente durante la stagione delle piogge, l'evento del febbraio 2016 è stato il primo a colpire la capitale dal 2011. Circa 1,2 milioni di persone vivono in insediamenti informali sovraffollati in città e, dato l'intervallo prolungato tra le epidemie, avevano poca immunità acquisita contro la malattia.Tra il 9 e il 25 aprile 2016, il vaccino contro la colera orale è stato somministrato a 423.774 persone di età pari e superiore a un anno nelle quattro aree di Lusaka con i più alti tassi di colera, o che storicamente erano state soggette ad epidemie: Kanyama, Bauleni, George e Chawama. Contemporaneamente, il Ministero della Sanità ha prestato assistenza ai pazienti nei centri di trattamento per il colera e ha lavorato per migliorare le condizioni igieniche. Tipicamente, si raccomandano due dosi del vaccino orale contro il colera.

Tuttavia, a causa del numero limitato di dosi disponibili a livello globale e per limitare il focolaio di Lusaka il più rapidamente possibile, è stato giudicato più efficiente somministrare una singola dose al doppio delle persone.
Oltre 100 operatori di MSF e del Ministero della Sanità e 1.700 volontari hanno lavorato alla campagna di vaccinazione.Le autorità sanitarie di Lusaka hanno stimato che tra febbraio e giugno 2016 ci siano stati 1.079 casi e 20 morti.

La mappa dei nostri interventi 

Le storie dei pazienti 

Mathilda si è presentata per essere vaccinata con la figlia, Edna, che aveva appena compiuto tre anni
“Nel nostro quartiere non abbiamo acqua potabile. La gente lascia i rifiuti per la strada e nessuno fa niente. Sono venuta non appena ho sentito parlare della vaccinazione. Il vaccino ci aiuterà a proteggerci dal colera. Può salvare vite umane. Invito altre madri e membri della comunità a venire a farsi vaccinare... è importante essere tutti protetti”.