16 Dicembre 2016

Le équipe MSF stanno fornendo supporto e forniture mediche nell’ambito dell’evacuazione dei feriti da Aleppo est nel governatorato di Idlib. Un medico e un logista hanno condotto ieri le prime valutazioni dei bisogni nell’area. MSF ha inoltre inviato una prima fornitura di 17 metri cubi di farmaci e materiale medico all'ospedale di Aqrabat, la principale struttura di ricezione dei feriti evacuati da Aleppo est, situata a 6 km da Atmah, dove si trova il magazzino di MSF.

“Siamo pronti ad assistere i pazienti provenienti da Aleppo est” dichiara Carlos Francisco, capo missione di MSF in Siria. “Questa evacuazione è estremamente urgente e tutte le parti coinvolte devono continuare a impegnarsi per garantire ai civili di passare in modo sicuro”.

Oltre a 45 tonnellate di forniture mediche pronte a partire (principalmente farmaci, materiali usa e getta e attrezzature mediche), 700 kit di generi non alimentari sono già ad Atmah e altri 1.000 kit sono in preparazione. Oggi, tre équipe di MSF si trovano a Sarmada e Al Atareb per valutare la situazione dei nuovi sfollati interni e accertare i bisogni di assistenza sanitaria di base, ripari, cibo e generi non alimentari.

Il personale medico con cui MSF è in contatto ha riferito che le persone in arrivo sono in condizioni precarie dopo cinque mesi vissuti sotto assedio. I medici supportati da MSF all'interno di Aleppo est sono salvi e stanno partecipando all’evacuazione di feriti e malati.

Migliaia di civili sono ancora in attesa di lasciare Aleppo est, ma secondo la Croce Rossa internazionale l'evacuazione durerà diversi giorni. Oggi altri incidenti di sicurezza hanno nuovamente interrotto l’operazione, quando alcuni autobus che trasportavano civili sono stati presi di mira e sono dovuti tornare indietro ad Aleppo est.

Notizie & Pubblicazioni correlate