19 Giugno 2007

Nel 2005 in Niger, come mai le equipe di MSF sono riuscite a curare 63.000 bambini affetti da malnutrizione grave, un numero di gran lunga superiore ai nostri precedenti interventi. In questo paese, la crisi nutrizionale non rispecchia l'immagine della carestia provocata dalla guerra e lo sfollamento in massa della popolazione o da regimi totalitari. Ma ciononostante…

Nel 2005, nella sola regione di Maradi, 39.353 bambini che soffrivano di malnutrizione grave sono stati inseriti nel nostro programma di nutrizione terapeutica, ossia un numero quattro volte superiore rispetto al 2004. In alcune zone rurali a sud di Maradi, circa la metà dei bambini di età compresa tra i sei mesi e i due anni hanno avuto un episodio di malnutrizione acuta grave durante l'anno. Oltre il 95% dei nostri pazienti aveva meno di 30 mesi, il 60% è stato curato dalle nostre equipe tra metà luglio e ottobre (tra giugno e novembre ha superato l'80%), durante il cosiddetto periodo di saldatura, tra la fine delle scorte alimentari familiari e l'inizio dei raccolti successivi.

 

Carenza nutrizionale

Tali dati bastano a provare che le pratiche alimentari dei neonati e dei bambini non sono le uniche responsabili delle variazioni stagionali e annuali di tale portata. Questi ultimi non possono più essere spiegati soltanto con un acuirsi della malattia, la mancanza di accesso alle cure e all'acqua potabile. Dipendono in gran parte dalla carenza nutrizionale durante il periodo di saldatura e in particolare negli anni di cattivi raccolti. Durante questi periodi, la mancanza di qualità e di diversità del regime alimentare a cui le famiglie più povere hanno accesso gioca un ruolo determinante nella malnutrizione infantile.

In effetti, i medici nutrizionisti riconoscono ogni giorno di più il ruolo della carenza dei micro-nutrimenti (zinco, zolfo, fosforo, alcune vitamine etc.) nella malnutrizione acuta del bambino e nella salute più in generale. Le diete alimentari non variegate a base di cereali, disponibili per i bambini, sono carenti di latte e altri prodotti derivati da animali, ricchi di questi micro-nutrimenti. Le conseguenze sono devastanti per la salute e la sopravvivenza, in particolare tra i bambini nei primi due anni di vita. L'accesso a un prodotto alimentare adatto ai bisogni nutrizionali di un bambino è quindi assolutamente cruciale per invertire la situazione e diminuire il numero dei decessi dovuti alla malnutrizione. 

 

Un prodotto di provata efficacia

Adesso questo prodotto esiste! È facile da utilizzare, efficace e permette di ristabilire i bambini denutriti senza ricoverarli; è il prodotto che ha permesso a MSF di stabilire un record in quanto al numero di pazienti nei programmi alimentari nel 2005 in Niger. Sono più di cinque anni che l'introduzione di alimenti terapeutici pronti per l'uso (RUTF) apre delle prospettive più che promettenti nel trattamento della malnutrizione su grande scala. Dato che questi prodotti ricchi di nutrimenti si presentano sotto forma di una pasta energetica pronta per l'uso non esigono preparazione né aggiunta d'acqua, non possono essere contaminati e sono concepiti per favorire un rapido aumento di peso. Si adattano ai bambini denutriti che hanno perso l'appetito il cui piccolo stomaco ha bisogno di consumare grandi quantità di calorie. Questi benefici fanno sì che i RUTF alleggeriscano considerevolmente la frequentazione medica e, nella maggior parte dei casi, evitino il ricovero in ospedale. Le madri comprendono immediatamente le proprietà terapeutiche del prodotto che permette ai loro bambini di aumentare da uno a due chili in qualche settimana.

I risultati medici che abbiamo ottenuto in Niger nel 2005 su di un numero enorme di bambini sono stati eccezionali. 34.247 bambini ossia più del 91% dei pazienti che soffrono di malnutrizione grave ammessi nel nostro programma di Maradi è guarito in un periodo medio di un mese.

Oltre il 65% è stato trattato direttamente in ambulatorio, con una consultazione a settimana, e la maggior parte non è mai stata ricoverata. Circa l'85% dei pazienti ha finalmente terminato il trattamento in qualità di pazienti esterni. Solo i bambini che soffrivano di complicazioni quali l'anoressia, la perdita di peso, una grave infezione o un'anemia sono stati riferiti ai nostri centri sanitari di Maradi. Tra questi, deplorevolmente, abbiamo lamentato un migliaio di decessi. Tuttavia, più di 6.200 pazienti sono stati guariti o reintegrati in un programma di cure esterne dopo aver trascorso meno di due settimane in ospedale. 

 

Dare una risposta medica fin da oggi

È evidente che le iniziative di sradicamento delle cause soggiacenti alla malnutrizione sono essenziali e devono essere sostenute. Tuttavia, i nuovi prodotti terapeutici e le strategie di trattamento senza ricovero permettono d'offrire un trattamento efficace fin da oggi a molti più pazienti, comprese le situazioni di fame cronica che generano il più grande numero di casi di malnutrizione acuta e di decessi ad essa collegati. A questo proposito, i RUTF devono avere una larga diffusione ed essere più accessibili a un prezzo molto più contenuto. Non c'è alcun motivo per cui tutto ciò non possa essere realizzato. La malnutrizione acuta non può più essere percepita esclusivamente come una tragica fatalità che richiede iniziative a lungo termine e soluzioni durature. Può ormai essere trattata in modo semplice, efficace e meno costoso, e deve quindi essere considerata come una malattia dimenticata, molto diffusa, spesso fatale che richiede una risposta medica immediata.

Notizie & Pubblicazioni correlate