15/10/2007

Medici Senza Frontiere ha appreso che la cifra totale destinataci dagli italiani tramite il 5 per mille del 2006 ammonta a quasi 5milioni di euro. È un grande aiuto per continuare a sostenere i nostri progetti che in quasi 70 Paesi offrono assistenza medica a circa 10milioni di persone.

 

“MSF è oggi la più grande organizzazione umanitaria indipendente di soccorso medico e questo risultato ci permette non solo di continuare a portare soccorso in quelle zone martoriate da conflitti troppo spesso dimenticati come la Repubblica centrafricana, la Repubblica Democratica del Congo, la Somalia, la Colombia, lo Sri Lanka, ma anche di proseguire la nostra battaglia per garantire l’accesso ai farmaci essenziali e cure gratuite a tutte le persone che assistiamo e di essere pronti a intervenire in ogni contesto di emergenza”, dichiara Kostas Moschochoritis, Direttore generale MSF Italia.

 

L’anno scorso MSF ha curato più di 10milioni di persone, effettuato più di 75.000 interventi chirurgici, assistito 12.000 donne vittime di violenza sessuale, aiutato a nascere più di 90.000 bambini e vaccinato 1 milione di persone contro il morbillo e la febbre gialla.

 

“Ma c’è un’altra sfida che questo risultato straordinario ci consente di continuare a vincere: la sfida della nostra indipendenza. Se oggi siamo la più grande organizzazione umanitaria indipendente da governi, economici e da qualunque altro tipo di influenza, questo lo dobbiamo al sostegno dei donatori privati, semplici cittadini che ci onorano della loro fiducia, garantendo e difendendo la nostra indipendenza. – prosegue Moschochoritis – Oggi più dell’84% dei nostri fondi proviene da donatori privati e questa è la più grande garanzia per continuare a svolgere il nostro lavoro senza essere influenzati da nessuno, a essere liberi di denunciare le violazioni di cui siamo testimoni.

 

Il risultato del 5 per mille ci consente di continuare ad essere un’organizzazione libera di agire nell’interesse di chi è privato di ogni assistenza, del diritto alla salute, della dignità di essere umano”.

 

I fondi donati con il 5 per mille saranno utilizzati per finanziare i progetti di MSF in due contesti dove imperversa il conflitto: Somalia, un paese praticamente privo di infrastrutture sanitarie dove MSF è presente in più di 10 località tra cui Mogadiscio, e Darfur (Sudan), dove i nostri team forniscono assistenza medica a più di 500.000 sfollati.

 

I progetti di MSF in queste zone martoriate dalla violenza e dal conflitto sono interamente finanziati con donazioni di privati cittadini.