9 Febbraio 2017

Siamo scioccati dall’attacco contro il personale del Comitato Internazionale della Croce Rossa (ICRC) in Afghanistan, provincia di Jawzan, mercoledì 8 febbraio. L’attacco ha provocato la morte di sei operatori umanitari, mentre di altri due non si hanno notizie.

Lo staff di MSF in tutto il mondo invia le più profonde condoglianze alle famiglie, agli amici e ai colleghi delle persone uccise e spera nel rapido ritorno degli operatori scomparsi.
“Non c’è nessuna giustificazione possibile per un assalto così brutale a degli operatori umanitari” dichiara Joanne Liu, presidente internazionale di MSF. “Condanniamo questo e tutti gli attacchi contro l’assistenza umanitaria con tutta la nostra forza.”

Un gran numero di afghani dipende ancora dall’assistenza umanitaria per beni essenziali, necessari alla loro sopravvivenza. Questo attacco si aggiunge alle enormi difficoltà che le organizzazioni umanitarie devono affrontare per raggiungere persone che ne hanno disperato bisogno. 

“Siamo increduli e sconvolti da questo attacco al cuore dell’azione umanitaria” conclude Joanne Liu. “Siamo solidali e in lutto, insieme ai nostri colleghi e amici della Croce Rossa Internazionale.”

Notizie & Pubblicazioni correlate