8 Marzo 2017

"Condanniamo con la massima fermezza l’aggressione di oggi contro l’ospedale Sardar Mohammad Daud Khan di Kabul. Ogni attacco contro le strutture ospedaliere, gli operatori sanitari e i pazienti è inaccettabile e costituisce una grave violazione del diritto umanitario internazionale. Gli ospedali devono essere un luogo sicuro affinché i medici possano curare i feriti e le persone malate. Ogni individuo ha il diritto di essere curato in un ambiente sicuro, sia che si parli di donne, uomini, bambini o combattenti feriti.

Tutte le parti coinvolte nel conflitto in Afghanistan devono assumersi le proprie responsabilità  e assicurare che i pazienti, gli operatori sanitari e gli ospedali siano al riparo da attacchi." 

Renzo Fricke, Coordinatore Operazioni in Afghanistan di MSF.

Notizie & Pubblicazioni correlate