14 Novembre 2013

Per valutare i danni e l’assistenza medica necessaria per le persone colpite dal tifone, le nostre équipe hanno raggiunto con automobili, imbarcazioni ed elicotteri la zona nord di Cebu, la zona orientale di Samar, Panay e la provincia occidentale di Leyte.

Un’équipe MSF è arrivata con un aereo a Guiuan, un villaggio di 45.000 persone nella zona orientale dell’isola di Samar, una delle prime aree colpite dal tifone. I danni sono molto gravi.

“La situazione qui è desolante”, afferma Alexis Moens, operatore MSF, “Il villaggio è stato raso al suolo – case, strutture sanitarie, campi di riso, pescherecci, è tutto distrutto. Le persone vivono all’aperto; non c’è un solo tetto rimasto in piedi in tutta la città di Guiuan. I bisogni sono immensi e molti villaggi vicini non sono stati ancora raggiunti da nessuna organizzazione umanitaria”.

La priorità è curare i feriti e assicurare cure specialistiche alle persone che ne hanno bisogno. Forniremo anche acqua potabile, alloggi e aiuti umanitari. Il prossimo passo sarà quello di inviare cliniche mobili lungo la costa orientale di Samar e nelle isole periferiche, utilizzando imbarcazioni.

“Oggi ho conosciuto un uomo che ha perso tutta la sua famiglia” continua Moens. “È stato ricoverato perché ha cercato di uccidersi pugnalandosi al petto. Sentiamo spesso storie tragiche come questa. Ci sono villaggi che hanno perso moltissime persone e l’assistenza psicologica è essenziale per aiutare gli abitanti a ricostruire le proprie vite”.

Un’altra équipe ha fatto un sopralluogo in elicottero sull’isola di Panay e si stima che circa il 50% della città di Roxas, nella provincia di Capiz, è stata distrutto. Altre valutazioni saranno effettuate nei villaggi vicini. Una terza équipe è ora a Ormoc per verificare le condizioni della zona occidentale di Leyte.

La quarta équipe si è spinta al nord di Cebu, dove la maggior parte delle persone sfollate sembra aver trovato rifugio presso altre famiglie e comunità. L’ospedale locale è stato travolto dall’alto numero di pazienti arrivati immediatamente dopo il tifone, ma gli altri centri sanitari e gli ospedali vicini hanno fornito supporto, e stanno riuscendo ad affrontare l’emergenza. Per questo motivo, la nostra équipe, a bordo di un traghetto, si è spostata a Bantayan, dove potrà pernottare e continuare la valutazione.

Dona per l'emergenza nelle Filippine

Sostieni le nostre operazioni nelle Filippine con una donazione online o chiamando il numero verde 800996655.

Notizie & Pubblicazioni correlate