22 Novembre 2013

 

L’ospedale gonfiabile è una struttura ideata appositamente per le catastrofi naturali. La utilizzeremo a Tacloban per i prossimi tre o sei mesi, per fornire assistenza sanitaria ed effettuare interventi chirurgici, nell’attesa che il sistema sanitario locale venga ripristinato.

La nostra équipe sta effettuando gli ultimi ritocchi all’ospedale gonfiabile, allestito nel cortile dell’ospedale Bethany, sul lungomare di Tacloban, la città delle Filippine maggiormente colpita dal tifone Haiyan.

Composto da quattro tende gonfiabili, con una superficie di 100 metri quadri ciascuna, e una quinta tenda di 45 metri quadri, l’ospedale comprende un pronto soccorso, un reparto per le medicazioni, una farmacia e fino a 45 posti letto. Ulteriori attività mediche verranno svolte all’interno dell’ospedale Bethany una volta completate le riparazioni dei reparti danneggiati: quello chirurgico, il reparto di maternità, la neonatologia la sterilizzazione.

“Abbiamo lavorato duramente tutta la notte sotto la pioggia battente accanto ai volontari sia filippini che provenienti da tutto il mondo, per fare in modo che l’ospedale fosse in piedi questa mattina”, racconta Yann Libessart, dell’équipe d’emergenza di MSF a Tacloban. “Allestire l’ospedale è stata la sfida logistica più importante. Prima di tutto, abbiamo dovuto pulire il cortile e gli spazi esterni dell’ospedale: c’è voluto uno sforzo titanico”.

L’obiettivo dell’ospedale gonfiabile è anche quello di supportare i pochi ospedali di Tacloban ancora in funzione, e sostituirsi al lavoro delle prime équipe di soccorso arrivate sulla scena, inclusi i militari, che adesso stanno lasciando la città.

“La prima fase dell’emergenza non è finita”, spiega Laurent Sury, coordinatrice delle emergenze per MSF, “e ci aspettiamo principalmente di ricevere pazienti con malattie ordinarie o condizioni legate allo scarso accesso ai servizi sanitari, come le donne con parti complicati, e le persone con malattie croniche. Il nostro obiettivo è quello di supportare il sistema sanitario nella regione per il tempo necessario affinché si torni alla normalità”.

L’ospedale gonfiabile MSF, completamente autonomo, è realizzato con l’obiettivo specifico di aiutare le équipe di emergenza a rispondere velocemente ai disastri naturali, rendendo possibile fornire alle persone assistenza sanitaria di qualità nell’attesa che il sistema sanitario locale venga ripristinato. È stato utilizzato per la prima volta in seguito al terremoto in Pakistan, nel 2005, e quello ad Haiti, nel 2010.

Attualmente, 192 operatori dello staff internazionale di MSF sono presenti nelle Filippine per fornire assistenza medica e aiuto umanitario in decine di città e villaggi delle isole di Leyte, Samar e Panay, le tre isole maggiormente colpite dal tifone dell’8 novembre.

Dona per l'emergenza nelle Filippine

Sostieni le nostre operazioni nelle Filippine con una donazione online o chiamando il numero verde 800996655.

Notizie & Pubblicazioni correlate