Paesi

7 Marzo 2018

Case bruciate, morti e decine di migliaia di persone in fuga. Sono le conseguenze degli scontri tra diverse comunità, iniziati nel dicembre 2017 e cresciuti di intensità nel mese di febbraio, intorno all’area di Djugu, nella provincia di Ituri, nel nord est della Repubblica Democratica del Congo. Per fuggire dai combattimenti, più di 42.000 hanno cercato rifugio in Uganda.

20 Giugno 2017
L’Uganda è il paese africano che ospita il maggior numero di rifugiati, ma l’assistenza umanitaria resta largamente insufficiente. MSF chiede alla comunità internazionale di mobilitarsi affinché i rifugiati in Uganda, che sono oltre il triplo delle persone arrivate in Europa attraverso il Mediterraneo nel corso del 2016, ricevano cibo, acqua e altri beni di prima necessità per evitare l’insorgenza di un’emergenza sanitaria.
 
20 Giugno 2017
In Uganda, MSF assiste le vittime di violenza sessuale e di genere nei campi profughi di Bidibidi e Imvepi, dove un numero crescente di rifugiati Sud Sudanesi necessità di questo tipo di supporto. Marie-Anne Henry lavora come ostetrica nei due insediamenti da aprile di quest’anno. 
 
Perché è stato necessario intervenire in questo ambito?
 
18 Maggio 2017

L’Uganda accoglie più rifugiati rispetto a quanti l’Europa abbia concesso asilo nel 2016. L’alto afflusso di rifugiati sud sudanesi sta progressivamente mettendo a dura prova la capacità di risposta del governo ugandese e spingendo al collasso i luoghi di accoglienza.

18 Aprile 2014

Il flusso di rifugiati verso l’Uganda non mostra segni di diminuzione. Ogni giorno, circa 300 sud sudanesi attraversano il confine per fuggire dall’insicurezza e dalla mancanza di cibo che affliggono il loro paese.

10 Settembre 2013

Medici Senza Frontiere sta fornendo cure mediche d’emergenza, acqua e servizi igienico-sanitari in Uganda occidentale, a seguito dell’afflusso di decine di migliaia di rifugiati in fuga dall’insicurezza nel Nord Kivu, Repubblica Democratica del Congo, iniziato a metà luglio

6 Agosto 2013

In fuga dalla violenza in Nord Kivu, Repubblica Democratica del Congo.

24 Agosto 2012

"L'epidemia in Uganda e quella in RDC non sono collegate", afferma Olimpia de la Rosa, coordinatore dell'emergenza per MSF. "Questo rafforza l'idea che il virus Ebola si trasmetta per contatto diretto localizzato, rendendo meno probabile la trasmissione attraverso le frontiere"

1 Agosto 2012

"È molto importante intervenire il più rapidamente possibile per identificare l’esatto luogo da cui l’epidemia ha avuto inizio e isolare le persone infettate il prima possibile"

14 Ottobre 2008

Il 16 ottobre a Roma, Teatro di Documenti, la prima italiana del film prodotto da Javier Bardem per MSF

Pagine