25 Luglio 2016
Il 9 marzo 2016, i leader europei hanno annunciato la chiusura della cosiddetta “rotta balcanica” dopo che Croazia, Ex Repubblica Jugoslava di Macedonia (FYROM) e Slovenia hanno chiuso le frontiere alle persone che cercavano di attraversarle per cercare asilo nell’Europa del nord. Per migliaia di persone in fuga, questa rotta rappresentava uno dei pochi modi per raggiungere sicurezza e protezione in Europa.