28 Maggio 2015

A causa dell’escalation di violenze e minacce nella provincia nord-orientale del Kenya, MSF ha evacuato 42 operatori dal campo rifugiati di Dadaab a Nairobi. La misura cautelare ha già avuto un impatto diretto sulla capacità di MSF di fornire assistenza medica ai rifugiati di Dadaab in prevalenza somali. Due delle quattro postazioni sanitarie di MSF sono state chiuse, l’assistenza prenatale nell’ospedale è stata sospesa, e altri servizi medici rischiano di essere compromessi dalla drastica riduzione del personale.