Previous
Seguente

Paesi

Argomento

25 Agosto 2016

Il 17 agosto, un motoscafo non identificato ha attaccato e sparato contro la Bourbon Argos, una delle navi di Medici Senza Frontiere (MSF), mentre svolgeva attività di ricerca e soccorso nel Mar Mediterraneo centrale. MSF condanna fermamente questo atto vergognoso verso un’organizzazione medico-umanitaria il cui unico obiettivo è salvare e fornire assistenza medica ai migranti e ai rifugiati che - in mancanza di vie legali e sicure - ogni giorno cercano di attraversare il mare.

24 Agosto 2016

Vogliamo esprimere la nostra più profonda solidarietà e vicinanza a tutte le persone le cui vite questa notte sono state sconvolte dal terremoto avvenuto nel Centro Italia.

Sulla base della nostra esperienza medico-umanitaria in contesti catastrofici, siamo pronti a intervenire qualora le autorità italiane preposte all'emergenza richiedessero il nostro supporto nelle zone colpite.

Un team MSF è partito per valutare i bisogni della popolazione nelle zone colpite.

19 Agosto 2016

MSF ha avviato un importante intervento per supportare le autorità congolesi nella loro campagna di vaccinazione di massa contro la febbre gialla, che prevede di vaccinare 10,5 milioni di persone in 10 giorni.

18 Agosto 2016

Dopo il bombardamento aereo dell’ospedale di Abs il 15 agosto, che ha provocato 19 morti e 24 feriti, MSF ha deciso di evacuare il proprio staff dagli ospedali che supporta nei governatorati di Saada e Hajjah in Yemen settentrionale (in particolare gli ospedali di Haydan, Razeh, Al Gamouri, Yasnim nell’area di Saada, e gli ospedali di Abs e Al Gamouri in quella di Hajjah).

17 Agosto 2016

La testimoninanza di Manuela che è stata responsabile del pronto soccorso e dei reparti di degenza dell'ospedale di Abs, in Yemen, fino a giugno scorso. Ci racconta come era l'ospedale prima che venisse distrutto dai bombardamenti.

16 Agosto 2016

L’ospedale di Abs, nel governatorato di Hajjah in Yemen nord-occidentale, è stato colpito ieri da un attacco aereo che ha ucciso almeno 11 persone e ne ha ferite almeno 19.

12 Agosto 2016

Mentre i combattimenti si spostano verso i distretti intorno a Lashkar Gah, capitale della provincia di Helmand, i malati e i feriti faticano a raggiungere il Boost Hospital, una struttura con 300 posti letto gestita da MSF in collaborazione con Il Ministero della Salute afghano.

Negli ultimi dieci anni, la provincia di Helmand ha sempre visto i combattimenti tra il governo e le forze dell’opposizione. Si tratta di una delle principali barriere per le persone in cerca di assistenza sanitaria salvavita.

12 Agosto 2016

Nello stato di Borno, in Nigeria nord-orientale, è in corso una vera catastrofe sanitaria. Almeno 500.000 persone sono sfollate o isolate in enclave fuori dalla capitale Maiduguri e hanno urgente bisogno di cibo, cure mediche, acqua potabile e riparo.

12 Agosto 2016

La testimonianza di un medico siriano che gestisce un ospedale supportato da MSF ad Aleppo Est 

Fornivamo molti servizi in questo ospedale- chirurgia, pediatria, terapia intensiva, medicina interna. Ma i bombardamenti degli ultimi mesi ad Aleppo Est ci hanno obbligati a concentrarci sull’aumento dei feriti di guerra, che sono diventati quasi l’80% del nostro lavoro nelle ultime settimane.

8 Agosto 2016
Un ospedale supportato da MSF, che serviva una popolazione di 70.000 persone nella città siriana di Millis, nel Governato di Idlib, è stato distrutto da un bombardamento aereo sabato 6 agosto. Quattro membri dello staff dell’ospedale e altre nove persone – tra cui cinque bambini e due donne – sono stati uccisi nei due attacchi aerei che hanno colpito direttamente l’ospedale e nei due attacchi che hanno colpito le vicinanze dell’edificio intorno alle 14 ora locale. Altri sei membri dello staff sono rimasti feriti.

Pagine