Previous
  • Dopo un intervento di emergenza di due mesi nella Provincia dell’Equatore in Repubblica Democratica del Congo (RDC), le nostre équipe hanno iniziato a passare il testimone della risposta contro l’Ebola al Ministero della Salute locale e ad altre organizzazioni non governative a Mbandaka, Bikoro, Itipo e Iboko.

  • Alcune notti fa, mentre camminavo sul ponte dell’Aquarius per controllare i pazienti, mi sono fermato a parlare con alcuni ragazzi nigeriani a bordo. Puntavano il dito e lo sguardo a un bagliore all’orizzonte, curiosi di sapere se stessimo raggiungendo l’Europa e sul motivo della nostra sosta così prolungata. Gli ho mostrato sul mio telefono la nostra posizione sulla mappa, eravamo bloccati tra la Sicilia e Malta. Puntando lo sguardo a nord dalla prua potevamo vedere le tenui luci dell’Italia.

  • Nel campo di Kutupalong in Bangladesh, abbiamo aperto un nuovo reparto di maternità. In questo periodo, su dieci letti occupati, quattro accolgono donne Rohingya che hanno subito violenze sessuali. Nella struttura, costruita per resistere alla stagione delle piogge, ci sono stanze private per le neo-mamme che potranno essere assistite senza il rischio che qualcuno le identifichi o ascolti ciò che dicono.

Seguente

Paesi

29 Maggio 2017

Dalla metà di maggio, migliaia di rifugiati nigeriani fuggiti dal conflitto tra Boko Haram e le forze armate nigeriane hanno lasciato il Camerun, dove si trovavano da diversi anni.

1 Aprile 2016

Con più di 2,7 milioni di persone sfollate , il bacino del lago Ciad è attualmente sede di una delle più gravi crisi umanitarie del continente africano. La zona sta vivendo una fase di alta tensione a causa di ripetuti attacchi del gruppo dello Stato Islamico della Provincia Occidentale (ISWAP), noto anche come Boko Haram, e della forte risposta militare che è stata lanciata per frenare la violenza.

30 Novembre 2011

Il colera si è diffuso in tutti i distretti della capitale amministrativa del Camerun, Douala, dove vivono 2,1 milioni di persone. Quattordici mesi fa, nel settembre 2010, l'epidemia di colera è stata riconosciuta ufficialmente e da allora ha avuto delle fluttuazioni nel numero dei casi

11 Febbraio 2008

Aggiornamento sugli interventi di MSF a N’Djamena, in Camerun e nell’est del paese

6 Febbraio 2008

Centosei feriti civili curati da MSF a N'Djamena dove la situazione da lunedì è calma.

1 Agosto 2007

La mortalità  e la situazione medico-nutrizionale dei rifugiati fuggiti in Camerun da oltre un anno dal conflitto in Repubblica Centrafricana ha superato la soglia d'urgenza.

25 Febbraio 2005

Medici Senza Frontiere accoglie con favore la sospensione dello screening clinico avviato a Doula (Camerun) da Family Health International per testare l’efficacia di un farmaco per prevenire la trasmissione del virus dell’HIV.