Previous
  • Una settimana di pesanti violenze, accompagnata dal blocco che impedisce tutti i rifornimenti vitali in Yemen, mostra ancora una volta l’assoluto disprezzo delle parti in guerra nei confronti della popolazione civile, dei pazienti e delle strutture mediche nel Paese.

  • Per il secondo inverno consecutivo, le autorità greche tengono intrappolate migliaia di uomini, donne e bambini nelle isole greche, abbandonandoli sull’orlo di una crisi umanitaria.

    Per rispondere a questa crisi, abbiamo intensificato il nostro intervento umanitario d’emergenza nel Paese. Allo stesso tempo, lanciamo un nuovo appello all’Europa e alle autorità greche affinché queste persone vengano al più presto ricollocate sulla parte continentale della Grecia.

  • La crisi umanitaria a Cox’s Bazar, in Bangladesh, non accenna a diminuire. Dal 25 agosto più di 620.000 Rohingya sono fuggiti dal Myanmar per raggiungere il paese vicino. Questi arrivi si sono aggiunti alle centinaia di migliaia di Rohingya che avevano lasciato il proprio paese negli anni scorsi e vivevano già in condizioni precarie. La testimonianza di Elena dal cuore di una crisi.

  • Da quattro giorni, la Coalizione guidata dall’Arabia Saudita non autorizza più i nostri voli verso lo Yemen, ostacolando direttamente la capacità di fornire assistenza medico-umanitaria salvavita a una popolazione già stremata. Chiediamo alla Coalizione di consentire immediato accesso al Paese, affinché l'assistenza possa raggiungere i più bisognosi.

Seguente

Paesi

8 Settembre 2017

Cos’è e come si contrae la malaria? Qual è la portata del fenomeno in Italia? E che esperienza ha MSF nel trattamento e nella prevenzione della malattia? Il blog di Saverio, epidemiologo MSF.

30 Agosto 2017
Durante la mia recente visita in Kasai sono stata con le nostre équipe nella parte rurale della regione congolese, particolarmente colpita dalle violenze. I villaggi e i campi erano stati dati alle fiamme e sono state scoperte diverse fosse comuni. Un uomo ci ha avvicinato e ci ha detto: "La violenza qui è stata talmente terribile che non abbiamo sentito cantare gli uccelli per giorni".
 
21 Dicembre 2012

In questo numero: Repubblica Democratica del Congo, Sud Sudan, Congo, Haiti, Mali

6 Marzo 2012

La mattina di domenica 4 marzo, diverse esplosioni hanno causato decine di morti e centinaia di feriti a Brazzaville.

7 Dicembre 2011

In questo numero: Repubblica Centrafricana, Repubblica Democratica del Congo, Cecenia e Malawi

30 Agosto 2011

In questo numero: Emergenza Somalia, Congo Brazaville e Colombia

7 Marzo 2011

Un problema che affligge due milioni di donne nel mondo, soprattutto in Africa. Nei prossimi giorni, chirurghi ed esperti di fistole si riuniranno a Ginevra per migliorare le cure per questa malattia. Oltre ad alcuni campi di intervento in Congo, Sierra Leone, Somalia ecc. MSF ha allestito tre centri permanenti in Nigeria, Ciad e Burundi

1 Febbraio 2011

Sud Sudan: crisi politiche e sanitarie - Haiti: sfide tra passato e futuro - Congo Brazzaville: un’epidemia di poliomelite - Cecenia: assistenza sanitaria a rilento

18 Gennaio 2010

Analisi di mortalità retrospettiva di MSF parla di 1700 morti in 50 giorni - MSF chiede protezione per i rifugiati

25 Novembre 2009

Circa 24mila rifugiati sono giunti recentemente nel nord del Congo-Brazzaville. Stanno scappando dalle terribili violenze del conflitto che imperversa tra diversi gruppi nella Repubblica Democratica del Congo (RDC)

Pagine