Previous
  • Dopo un intervento di emergenza di due mesi nella Provincia dell’Equatore in Repubblica Democratica del Congo (RDC), le nostre équipe hanno iniziato a passare il testimone della risposta contro l’Ebola al Ministero della Salute locale e ad altre organizzazioni non governative a Mbandaka, Bikoro, Itipo e Iboko.

  • Alcune notti fa, mentre camminavo sul ponte dell’Aquarius per controllare i pazienti, mi sono fermato a parlare con alcuni ragazzi nigeriani a bordo. Puntavano il dito e lo sguardo a un bagliore all’orizzonte, curiosi di sapere se stessimo raggiungendo l’Europa e sul motivo della nostra sosta così prolungata. Gli ho mostrato sul mio telefono la nostra posizione sulla mappa, eravamo bloccati tra la Sicilia e Malta. Puntando lo sguardo a nord dalla prua potevamo vedere le tenui luci dell’Italia.

  • Nel campo di Kutupalong in Bangladesh, abbiamo aperto un nuovo reparto di maternità. In questo periodo, su dieci letti occupati, quattro accolgono donne Rohingya che hanno subito violenze sessuali. Nella struttura, costruita per resistere alla stagione delle piogge, ci sono stanze private per le neo-mamme che potranno essere assistite senza il rischio che qualcuno le identifichi o ascolti ciò che dicono.

Seguente

Paesi

16 Luglio 2015

Le politiche dei donatori tradizionali sugli aiuti internazionali allo sviluppo, tra cui i finanziamenti per la salute, sono prevalentemente dettate dal reddito nazionale lordo (RNL) pro capite dei paesi.

12 Maggio 2014

Figli di una coppia di rifugiati dal Mali sono nati nella nostra struttura sanitaria a Bassikounou, in Mauritania: un evento unico e una quadrupla speranza per migliaia di persone che vivono in condizioni estreme.

2 Maggio 2013

In questo numero: Mauritania, Somalia, farmaci generici, Marocco, Papua Nuova Guinea e Cecenia

12 Aprile 2013

Un rapporto di Medici Senza Frontiere chiede di incrementare con urgenza gli sforzi per aiutare 70.000 persone

14 Gennaio 2013

A un anno dall’inizio della crisi politica in Mali, l’insicurezza provocata dal colpo di stato militare, la ribellione dei Tuareg e la presenza di gruppi armati islamici nel nord hanno provocato lo sfollamento di centinaia di migliaia di persone

14 Gennaio 2013

A seguito dei violenti scontri a Konna e dei bombardamenti a Lere e poi a Douentza e Gao, l’organizzazione medico-umanitaria Medici Senza Frontiere chiede a tutte le parti coinvolte in conflitto in Mali di rispettare la sicurezza dei civili e di risparmiare le strutture sanitarie

16 Agosto 2012

Il conflitto nel nord del Mali aggrava la situazione; migliaia di rifugiati in fuga verso il Niger, la Mauritania e il Burkina Faso dove c’è insicurezza alimentare. Con l’arrivo della stagione delle piogge sono aumentati i casi di malaria.

28 Maggio 2012

In questo numero: condizioni di vita critiche per i rifugiati in Mauritania; tassi di malnutrizione alle stelle in Ciad; una nuova speranza di vita nella Repubblica Centrafricana.

19 Aprile 2012

Dalla fine di gennaio, circa 57.000 maliani sono arrivati al campo rifugiati di Mbera in Mauritania; il numero dei rifugiati è in costante aumento, dai 200 arrivi registrati il 5 aprile ai 1.500 di oggi

29 Febbraio 2012

MSF garantisce assistenza medica e nutrizionale ai rifugiati e alla popolazione locale

Pagine