Previous
  • Una settimana di pesanti violenze, accompagnata dal blocco che impedisce tutti i rifornimenti vitali in Yemen, mostra ancora una volta l’assoluto disprezzo delle parti in guerra nei confronti della popolazione civile, dei pazienti e delle strutture mediche nel Paese.

  • Per il secondo inverno consecutivo, le autorità greche tengono intrappolate migliaia di uomini, donne e bambini nelle isole greche, abbandonandoli sull’orlo di una crisi umanitaria.

    Per rispondere a questa crisi, abbiamo intensificato il nostro intervento umanitario d’emergenza nel Paese. Allo stesso tempo, lanciamo un nuovo appello all’Europa e alle autorità greche affinché queste persone vengano al più presto ricollocate sulla parte continentale della Grecia.

  • La crisi umanitaria a Cox’s Bazar, in Bangladesh, non accenna a diminuire. Dal 25 agosto più di 620.000 Rohingya sono fuggiti dal Myanmar per raggiungere il paese vicino. Questi arrivi si sono aggiunti alle centinaia di migliaia di Rohingya che avevano lasciato il proprio paese negli anni scorsi e vivevano già in condizioni precarie. La testimonianza di Elena dal cuore di una crisi.

  • Da quattro giorni, la Coalizione guidata dall’Arabia Saudita non autorizza più i nostri voli verso lo Yemen, ostacolando direttamente la capacità di fornire assistenza medico-umanitaria salvavita a una popolazione già stremata. Chiediamo alla Coalizione di consentire immediato accesso al Paese, affinché l'assistenza possa raggiungere i più bisognosi.

Seguente

Paesi

6 Settembre 2017

Nonostante la fine del conflitto con le FARC-EP, la violenza rimane un grave problema in gran parte del Paese. Lo denuncia un rapporto MSF che mostra come l’aumento della presenza e dell’influenza di organizzazioni criminali e altri gruppi armati abbia portato a un alto numero di minacce, omicidi mirati, rapimenti, sparizioni, molestie, estorsioni e restrizioni ai movimenti, con un impatto significativo sulla salute mentale e fisica delle persone.

21 Aprile 2015

Dopo gli scontri di mercoledì mattina, MSF si trova nel quartiere di TImba per fornire assistenza psicologica alle vittime di violenza.

25 Novembre 2014

La violenza sessuale in Colombia deve essere trattata alla stregua di un'emergenza medica. Se vogliamo che i sopravvissuti ricevano tutte le cure mediche di cui hanno bisogno, per il governo deve essere una priorità garantire che queste siano disponibili e accessibili a tutti.

2 Dicembre 2013

In questa edizione Filippine, Siria, Repubblica Centrafricana, Colombia, India

26 Luglio 2013

In questo numero: Repubblica Centrafricana, Siria, Yemen, Colombia e Repubblica Democratica del Congo

16 Luglio 2013

Un nuovo rapporto di Medici Senza Frontiere analizza le conseguenze psicologiche della violenza sulla cittadinanza nel sud del Paese

9 Agosto 2011

In questo numero:
Kenya, Libia, Tunisia, Giordania, Sud Sudan e Colombia

29 Aprile 2011

Costa d'Avorio: violenza ed esodo - Libia: feriti evacuati verso la Tunisia - Colombia: senza assistenza sanitaria - Sud Sudan: potenziamento dell'ospedale di Aweil

27 Luglio 2010

Nuovo rapporto di MSF sulle gravi conseguenze della violenza sulla popolazione colombiana. Necessario migliorare l’assistenza alla salute mentale delle persone

20 Maggio 2010

In Colombia è una sfida quotidiana: le persone colpite dalla malattia possono vivere per anni senza avvertire alcun sintomo. Se il Chagas non viene curato può però portare seri problemi di salute - soprattutto complicazioni cardiache e intestinali - e persino la morte.

Pagine