Previous
  • Una settimana di pesanti violenze, accompagnata dal blocco che impedisce tutti i rifornimenti vitali in Yemen, mostra ancora una volta l’assoluto disprezzo delle parti in guerra nei confronti della popolazione civile, dei pazienti e delle strutture mediche nel Paese.

  • Per il secondo inverno consecutivo, le autorità greche tengono intrappolate migliaia di uomini, donne e bambini nelle isole greche, abbandonandoli sull’orlo di una crisi umanitaria.

    Per rispondere a questa crisi, abbiamo intensificato il nostro intervento umanitario d’emergenza nel Paese. Allo stesso tempo, lanciamo un nuovo appello all’Europa e alle autorità greche affinché queste persone vengano al più presto ricollocate sulla parte continentale della Grecia.

  • La crisi umanitaria a Cox’s Bazar, in Bangladesh, non accenna a diminuire. Dal 25 agosto più di 620.000 Rohingya sono fuggiti dal Myanmar per raggiungere il paese vicino. Questi arrivi si sono aggiunti alle centinaia di migliaia di Rohingya che avevano lasciato il proprio paese negli anni scorsi e vivevano già in condizioni precarie. La testimonianza di Elena dal cuore di una crisi.

  • Da quattro giorni, la Coalizione guidata dall’Arabia Saudita non autorizza più i nostri voli verso lo Yemen, ostacolando direttamente la capacità di fornire assistenza medico-umanitaria salvavita a una popolazione già stremata. Chiediamo alla Coalizione di consentire immediato accesso al Paese, affinché l'assistenza possa raggiungere i più bisognosi.

Seguente

Paesi

16 Febbraio 2009

Dopo aver tentato per quasi due anni di raggiungere un accordo con le autorità sanitarie cinesi, Medici Senza Frontiere (MSF) rinuncia all’apertura di un centro per la cura della tubercolosi multi-resistente ai farmaci (MDR-TB) nella Mongolia interna.

27 Maggio 2008

MSF dona 3800 tende e continua a fornire cure mediche e psicologiche ai sopravvissuti

20 Maggio 2008

Servono farmaci, ripari, cibo, acqua potabile e materiale medico

13 Maggio 2008

MSF invia le prime equipe nella zona colpita dal terremoto nella Cina sud-occidentale

26 Giugno 2006

Negata l'autorizzazione all'apertura di un progetto per persone sieropositive nella provincia di Henan

15 Settembre 2004

Indossa sempre un cappello e un caldo sorriso sulla faccia abbronzata. Sta seduto nella sala d'attesa della clinica per la cura dell'HIV/AIDS di MSF a Xiangfan, nella provincia di Hubei, legge libri e riviste tutti i giorni.

15 Settembre 2004

"Da medico, mi rendo conto che non sono in grado di salvare il mondo intero " dice la dottoressa Polin Chan, un medico malese che lavora con MSF.

15 Settembre 2004

Alla clinica per la cura dell'HIV/AIDS, gestita da MSF e dal Centro Cinese per il Controllo delle Malattie, a Xiangfan, Hubei, Cina, il dottor Arthur Pang, originario di Hong Kong, lavora con un gruppo di donne cinesi, giovani e entusiaste.

30 Maggio 2003

"L'apertura di questa clinica gratuita è un segnale della volontà delle autorità cinesi di affrontare un problema sanitario considerato ancor oggi un tabù nella società cinese."

18 Gennaio 2003

48 nordcoreani tra cui diverse famiglie con bambini, che si stavano apprestando a lasciare la Cina via mare e a chiedere asilo alla Corea del Sud e al Giappone, sono stati arrestati dai servizi di sicurezza cinesi nella città di Yantai.