Previous
  • Una settimana di pesanti violenze, accompagnata dal blocco che impedisce tutti i rifornimenti vitali in Yemen, mostra ancora una volta l’assoluto disprezzo delle parti in guerra nei confronti della popolazione civile, dei pazienti e delle strutture mediche nel Paese.

  • Per il secondo inverno consecutivo, le autorità greche tengono intrappolate migliaia di uomini, donne e bambini nelle isole greche, abbandonandoli sull’orlo di una crisi umanitaria.

    Per rispondere a questa crisi, abbiamo intensificato il nostro intervento umanitario d’emergenza nel Paese. Allo stesso tempo, lanciamo un nuovo appello all’Europa e alle autorità greche affinché queste persone vengano al più presto ricollocate sulla parte continentale della Grecia.

  • La crisi umanitaria a Cox’s Bazar, in Bangladesh, non accenna a diminuire. Dal 25 agosto più di 620.000 Rohingya sono fuggiti dal Myanmar per raggiungere il paese vicino. Questi arrivi si sono aggiunti alle centinaia di migliaia di Rohingya che avevano lasciato il proprio paese negli anni scorsi e vivevano già in condizioni precarie. La testimonianza di Elena dal cuore di una crisi.

  • Da quattro giorni, la Coalizione guidata dall’Arabia Saudita non autorizza più i nostri voli verso lo Yemen, ostacolando direttamente la capacità di fornire assistenza medico-umanitaria salvavita a una popolazione già stremata. Chiediamo alla Coalizione di consentire immediato accesso al Paese, affinché l'assistenza possa raggiungere i più bisognosi.

Seguente

Paesi

7 Luglio 2011

In questo numero:
Libia, soccorso sulla linea del fronte - Dalla fine di aprile un’équipe di Medici Senza Frontiere supporta due degli ospedali locali di Misurata.
Haiti, una nuova ondata di colera – Dopo diversi mesi di tregua, a maggio i casi di colera sono aumentati di nuovo.
Giappone, il trauma dei sopravvissuti – I sopravvissuti vengono trasferiti in abitazioni provvisorie, ma per loro il futuro può essere più angosciante dello Tsunami stesso.
HIV/AIDS, antiretrovirali per 15 milioni di pazienti - Le Nazioni Unite hanno fissato l’obiettivo: entro il 2015, 15 milioni di persone dovranno avere accesso alle cure.

16 Giugno 2011

Medici Senza Frontiere sta sostenendo la costruzione e la riabilitazione di due cliniche nell’area colpita dal terremoto nel nord-est del Giappone, dove le équipe dell’organizzazione stanno lavorando da tre mesi

11 Maggio 2011

Le attività di supporto psicologico di MSF

5 Aprile 2011

Una équipe di 6 psicologi giapponesi di MSF sta lavorando con i sopravvissuti del devastante terremoto e conseguente tsunami che ha colpito il nord est del paese

24 Marzo 2011

MSF ha distribuito 10mila kit igienici agli sfollati e altri 4mila kit d’emergenza saranno distribuiti venerdì e sabato

21 Marzo 2011

Medici Senza Frontiere negli scorsi sette giorni ha effettuato visite mediche nei centri sfollati di Minami Sanriku, dove sono presenti circa 10mila persone distribuite in 20 località

18 Marzo 2011

Medicinali per malattie croniche, coperte e acqua i bisogni più urgenti

18 Marzo 2011

Approndimento con il Direttore Generale di Medici Senza Frontiere Giappone, Eric Ouannes, dalla sede di MSF a Tokyo

16 Marzo 2011

Una breve intervista a Nobuko Kurosaki - medico chirurgo, Presidentessa di MSF Giappone - e la testimonianza di Eric Ouannes - Direttore Generale di MSF Giappone

15 Marzo 2011

11 operatori di MSF sono presenti nell'area devastata dal sisma

Pagine