Previous
  • Dopo un intervento di emergenza di due mesi nella Provincia dell’Equatore in Repubblica Democratica del Congo (RDC), le nostre équipe hanno iniziato a passare il testimone della risposta contro l’Ebola al Ministero della Salute locale e ad altre organizzazioni non governative a Mbandaka, Bikoro, Itipo e Iboko.

  • Alcune notti fa, mentre camminavo sul ponte dell’Aquarius per controllare i pazienti, mi sono fermato a parlare con alcuni ragazzi nigeriani a bordo. Puntavano il dito e lo sguardo a un bagliore all’orizzonte, curiosi di sapere se stessimo raggiungendo l’Europa e sul motivo della nostra sosta così prolungata. Gli ho mostrato sul mio telefono la nostra posizione sulla mappa, eravamo bloccati tra la Sicilia e Malta. Puntando lo sguardo a nord dalla prua potevamo vedere le tenui luci dell’Italia.

  • Nel campo di Kutupalong in Bangladesh, abbiamo aperto un nuovo reparto di maternità. In questo periodo, su dieci letti occupati, quattro accolgono donne Rohingya che hanno subito violenze sessuali. Nella struttura, costruita per resistere alla stagione delle piogge, ci sono stanze private per le neo-mamme che potranno essere assistite senza il rischio che qualcuno le identifichi o ascolti ciò che dicono.

Seguente

Paesi

13 Novembre 2017

Un terremoto di magnitudo 7.3 ha colpito diverse zone vicino al confine tra Iran e Iraq. Le équipe di MSF stanno continuando a monitorare da vicino la situazione e sono pronte a rispondere in caso fosse necessario.

3 Luglio 2013

Medici Senza Frontiere lavora a Darvazeh Ghar, uno dei quartieri più poveri di Teheran, a sud del Grand Bazaar, da più di un anno. Commercianti, clienti frettolosi e venditori ambulanti spalla a spalla con tossicodipendenti, prostitute e bambini di strada. Ricevere assistenza medica può essere particolarmente difficile per questa popolazione altamente a rischio.

21 Giugno 2013

In questo numero:
Siria
L'accesso all'assistenza medica per le vittime è estremamente difficile.

Libano
Oltre 42.000 rifugiati siriani sono fuggiti a Tripoli, la seconda città più grande del Libano.

Iran
A sud del Grand Bazaar ti Teheran c'è Darvazeh Ghar, uno dei quartieri più poveri della città.

Tubercolosi
A lungo trascurati dalla ricerca, i pazienti sono ora in grado di usufruire dei benefici di recenti innovazioni.

30 Luglio 2008

Mentre gli afghani continuano a rifugiarsi in Iran, le autorità iraniane stanno organizzando il loro rimpatrio forzato.

2 Marzo 2005

MSF ha inviato personale e materiale medico alle popolazioni maggiormente colpite dal terremoto che lo scorso martedì ha interessato più di 30.000 persone nella regione montuosa di Zarand.

5 Gennaio 2004

Dopo catastrofi naturali devastanti come il terremoto che ha distrutto la città  di Bam, in Iran, è spesso necessario offrire un sostegno psicologico alla popolazione colpita da sindrome da stress post-traumatico.

29 Dicembre 2003

Per fronteggiare gli enormi bisogni della popolazione iraniana colpita dal devastante terremoto dello scorso 26 dicembre, Medici Senza Frontiere (MSF) lancia un appello alla solidarietà degli italiani.

27 Dicembre 2003

Per fronteggiare gli enormi bisogni causati dal terremoto che ha colpito l'Iran, Medici Senza Frontiere (MSF) sta inviando alcuni team per rafforzare quelli già presenti sul luogo del disastro.