Previous
  • Una settimana di pesanti violenze, accompagnata dal blocco che impedisce tutti i rifornimenti vitali in Yemen, mostra ancora una volta l’assoluto disprezzo delle parti in guerra nei confronti della popolazione civile, dei pazienti e delle strutture mediche nel Paese.

  • Per il secondo inverno consecutivo, le autorità greche tengono intrappolate migliaia di uomini, donne e bambini nelle isole greche, abbandonandoli sull’orlo di una crisi umanitaria.

    Per rispondere a questa crisi, abbiamo intensificato il nostro intervento umanitario d’emergenza nel Paese. Allo stesso tempo, lanciamo un nuovo appello all’Europa e alle autorità greche affinché queste persone vengano al più presto ricollocate sulla parte continentale della Grecia.

  • La crisi umanitaria a Cox’s Bazar, in Bangladesh, non accenna a diminuire. Dal 25 agosto più di 620.000 Rohingya sono fuggiti dal Myanmar per raggiungere il paese vicino. Questi arrivi si sono aggiunti alle centinaia di migliaia di Rohingya che avevano lasciato il proprio paese negli anni scorsi e vivevano già in condizioni precarie. La testimonianza di Elena dal cuore di una crisi.

  • Da quattro giorni, la Coalizione guidata dall’Arabia Saudita non autorizza più i nostri voli verso lo Yemen, ostacolando direttamente la capacità di fornire assistenza medico-umanitaria salvavita a una popolazione già stremata. Chiediamo alla Coalizione di consentire immediato accesso al Paese, affinché l'assistenza possa raggiungere i più bisognosi.

Seguente

Paesi

6 Febbraio 2017

I rifugiati siriani in Libano e Giordania sono sempre più vulnerabili a malattie croniche non trasmissibili come ipertensione, diabete o malattie cardiovascolari.

20 Agosto 2014

Il documentario multimediale di MSF che comunica le dimensioni personali del conflitto, così come viene vissuto dai pazienti rifugiati siriani e dagli operatori di MSF che li curano.

11 Settembre 2013

Violenti scontri settari tra i residenti di due dei quartieri più poveri del Libano rendono la popolazione civile vittima del fuoco incrociato mentre lotta per accedere alle cure mediche e per andare avanti con la vita quotidiana: le équipe di MSF stanno fornendo servizi medici alla popolazione su entrambi i lati della linea del fronte

21 Agosto 2013

"Ero incinta di sette mesi, quando sono arrivata in Libano", racconta Maryam, rifugiata siriana di 18 anni, originaria di Aleppo." Molti dei miei parenti sono stati uccisi a casa. Ero terrorizzata e presa dal panico. Ho dovuto camminare per ore prima di attraversare il confine libanese e ho avuto un'emorragia. Ho temuto un aborto spontaneo".

21 Giugno 2013

In questo numero:
Siria
L'accesso all'assistenza medica per le vittime è estremamente difficile.

Libano
Oltre 42.000 rifugiati siriani sono fuggiti a Tripoli, la seconda città più grande del Libano.

Iran
A sud del Grand Bazaar ti Teheran c'è Darvazeh Ghar, uno dei quartieri più poveri della città.

Tubercolosi
A lungo trascurati dalla ricerca, i pazienti sono ora in grado di usufruire dei benefici di recenti innovazioni.

7 Febbraio 2013

Un nuovo rapporto di MSF mostra come la metà dei rifugiati non riceva l’assistenza medica necessaria.
Urgono misure immediate per migliorare l’accoglienza e fornire aiuti ai nuovi rifugiati

7 Settembre 2012

Molti di loro vivono in condizioni di sovraffollamento, soffrono di ansia, temono per la loro salvezza e non possono avere accesso all’assistenza medica di cui hanno bisogno

14 Agosto 2012

Quattro persone su dieci tra gli intervistati hanno dichiarato
di non potersi recare negli ospedali in Libano per i costi proibitivi

24 Febbraio 2011

Repubblica Democratica del Congo: un milione di bambini vaccinati - Malawi: 10 anni di farmaci antiretrovirali - Libano: curare le ferite invisibili

17 Gennaio 2007

L'intervento umanitario.

Pagine