Previous
  • Una settimana di pesanti violenze, accompagnata dal blocco che impedisce tutti i rifornimenti vitali in Yemen, mostra ancora una volta l’assoluto disprezzo delle parti in guerra nei confronti della popolazione civile, dei pazienti e delle strutture mediche nel Paese.

  • Per il secondo inverno consecutivo, le autorità greche tengono intrappolate migliaia di uomini, donne e bambini nelle isole greche, abbandonandoli sull’orlo di una crisi umanitaria.

    Per rispondere a questa crisi, abbiamo intensificato il nostro intervento umanitario d’emergenza nel Paese. Allo stesso tempo, lanciamo un nuovo appello all’Europa e alle autorità greche affinché queste persone vengano al più presto ricollocate sulla parte continentale della Grecia.

  • La crisi umanitaria a Cox’s Bazar, in Bangladesh, non accenna a diminuire. Dal 25 agosto più di 620.000 Rohingya sono fuggiti dal Myanmar per raggiungere il paese vicino. Questi arrivi si sono aggiunti alle centinaia di migliaia di Rohingya che avevano lasciato il proprio paese negli anni scorsi e vivevano già in condizioni precarie. La testimonianza di Elena dal cuore di una crisi.

  • Da quattro giorni, la Coalizione guidata dall’Arabia Saudita non autorizza più i nostri voli verso lo Yemen, ostacolando direttamente la capacità di fornire assistenza medico-umanitaria salvavita a una popolazione già stremata. Chiediamo alla Coalizione di consentire immediato accesso al Paese, affinché l'assistenza possa raggiungere i più bisognosi.

Seguente
22 Novembre 2000

Mercoledì, 22 novembre 2000. Visita al quartiere colpito "per errore" dalla bomba. È nel Beach Camp, poco lontano da noi...

12 Novembre 2000

Domenica, 12 novembre 2000, Visita nel quartiere Salah'edine. Torniamo a visitare un bambino di 8 anni, che presenta disturbi da quando il piano della casa in cui dormiva con i fratelli è stato distrutto.

17 Maggio 2000

MSF è scioccata dall'ulteriore bombardamento di una scuola elementare nel sud del Libano. 4 ordigni sono caduti sulla scuola del villaggio di Arab Salim ieri mattina, uno nell'aula degli esami e tre nel cortile.

16 Maggio 2000

L'organizzazione internazionale medica Medici Senza Frontiere (MSF) ha espresso preoccupazione per la sicurezza e la salute della popolazione civile dello Sri Lanka a seguito della recrudescenza dei combattimenti nelle penisola di Jaffna e dintorni.

2 Marzo 2000

A Chokwe, 25.000 persone sono aggrappate ai tetti e agli alberi: una situazione disperata. Se la diga del Rio dos Elefantes, vicino al Botswana salta - come è verosimile - per loro non c'è scampo.

29 Febbraio 2000

Di fronte all'ampiezza della catastrofe in Mozambico, solo una mobilitazione importante permetterà ¤i soccorrere le centinaia di migliaia di vittime.

22 Febbraio 2000

Oggi, Medici Senza Frontiere ha annunciato ufficialmente il ritiro immediato e totale delle sue équipe dalla provincia di Tuléar, nel sud del Madagascar, per il rifiuto delle autorità del permesso di intervenire nella cura dei malati

8 Febbraio 2000

Un veicolo che trasportava un team dell'organizzazione Medici Senza Frontiere – un etiope, un francese e un altro passeggero – è stato attaccato nella regione di Ogaden in Etiopia.

4 Febbraio 2000

Le piogge torrenziali che la scorsa settimana si sono abbattute sull'Africa meridionale hanno lasciato un percorso di distruzione: i fiumi fuoriusciti dai loro letti hanno portato con sé molte vite e spazzato via strade, ponti e case.