Previous
  • Una settimana di pesanti violenze, accompagnata dal blocco che impedisce tutti i rifornimenti vitali in Yemen, mostra ancora una volta l’assoluto disprezzo delle parti in guerra nei confronti della popolazione civile, dei pazienti e delle strutture mediche nel Paese.

  • Per il secondo inverno consecutivo, le autorità greche tengono intrappolate migliaia di uomini, donne e bambini nelle isole greche, abbandonandoli sull’orlo di una crisi umanitaria.

    Per rispondere a questa crisi, abbiamo intensificato il nostro intervento umanitario d’emergenza nel Paese. Allo stesso tempo, lanciamo un nuovo appello all’Europa e alle autorità greche affinché queste persone vengano al più presto ricollocate sulla parte continentale della Grecia.

  • La crisi umanitaria a Cox’s Bazar, in Bangladesh, non accenna a diminuire. Dal 25 agosto più di 620.000 Rohingya sono fuggiti dal Myanmar per raggiungere il paese vicino. Questi arrivi si sono aggiunti alle centinaia di migliaia di Rohingya che avevano lasciato il proprio paese negli anni scorsi e vivevano già in condizioni precarie. La testimonianza di Elena dal cuore di una crisi.

  • Da quattro giorni, la Coalizione guidata dall’Arabia Saudita non autorizza più i nostri voli verso lo Yemen, ostacolando direttamente la capacità di fornire assistenza medico-umanitaria salvavita a una popolazione già stremata. Chiediamo alla Coalizione di consentire immediato accesso al Paese, affinché l'assistenza possa raggiungere i più bisognosi.

Seguente
30 Dicembre 2009

MSF esprime profonda preoccupazione per i rimpatri forzati della popolazione Hmong verso il Laos da parte del governo tailandese

29 Dicembre 2009

Il 27 dicembre 2008 l'esercito israeliano lanciava l'operazione "Piombo fuso” nella Striscia di Gaza. L’offensiva era iniziata con bombardamenti aerei ad alta intensità ai quali era seguita, il 3 gennaio 2009, un’invasione terrestre

24 Dicembre 2009

MSF continua a fornire assistenza chirurgica e medica per gli sfollati nel distretto di Vavuniya, nel nord dello Sri Lanka. Alcuni feriti di guerra necessitano di cure mediche specifiche, come la chirurgia ortopedica, e circa 95.000 persone sono rimaste al campo di Menik Farm. Potrebbero essere necessari ulteriori medici specializzati nelle aree di ritorno, a seguito del processo di reinsediamento

23 Dicembre 2009

Andrea è un ingegnere elettronico che ha fatto della solidarietà una delle sue ragioni di vita.

21 Dicembre 2009

MSF ha da poco cominciato a lavorare nell’unico ospedale pubblico ancora in funzione nella provincia di Helmand, che si trova a Lashkargah, il capoluogo

18 Dicembre 2009

"In Europa per sopravvivere": il viaggio dei migranti e dei richiedenti asilo

18 Dicembre 2009

Più di 1.300 bambini sono attualmente in cura nell’ospedale di Galcayo Sud e nel centro di nutrizione di Galcayo Nord. Un numero che corrisponde a quasi la metà del totale dei bambini curati per malnutrizione nell’area in tutto il 2008

17 Dicembre 2009

Medici Senza Frontiere chiede ai governi europei di rispettare la vita e la dignità dei migranti e di migliorare l’accesso ai servizi di base e all’assistenza sanitaria per queste persone

15 Dicembre 2009

In quello che è un passo decisivo per migliorare l’accesso ai farmaci nei paesi poveri del mondo, il consiglio direttivo dell’UNITAID, l’agenzia internazionale per l’acquisto dei farmaci, ha approvato la creazione di un patent pool per i farmaci contro l’AIDS

15 Dicembre 2009

Gianluigi racconta la sua missione in Lesotho, un paese flagellato da AIDS e tubercolosi

Pagine