Previous
  • Una settimana di pesanti violenze, accompagnata dal blocco che impedisce tutti i rifornimenti vitali in Yemen, mostra ancora una volta l’assoluto disprezzo delle parti in guerra nei confronti della popolazione civile, dei pazienti e delle strutture mediche nel Paese.

  • Per il secondo inverno consecutivo, le autorità greche tengono intrappolate migliaia di uomini, donne e bambini nelle isole greche, abbandonandoli sull’orlo di una crisi umanitaria.

    Per rispondere a questa crisi, abbiamo intensificato il nostro intervento umanitario d’emergenza nel Paese. Allo stesso tempo, lanciamo un nuovo appello all’Europa e alle autorità greche affinché queste persone vengano al più presto ricollocate sulla parte continentale della Grecia.

  • La crisi umanitaria a Cox’s Bazar, in Bangladesh, non accenna a diminuire. Dal 25 agosto più di 620.000 Rohingya sono fuggiti dal Myanmar per raggiungere il paese vicino. Questi arrivi si sono aggiunti alle centinaia di migliaia di Rohingya che avevano lasciato il proprio paese negli anni scorsi e vivevano già in condizioni precarie. La testimonianza di Elena dal cuore di una crisi.

  • Da quattro giorni, la Coalizione guidata dall’Arabia Saudita non autorizza più i nostri voli verso lo Yemen, ostacolando direttamente la capacità di fornire assistenza medico-umanitaria salvavita a una popolazione già stremata. Chiediamo alla Coalizione di consentire immediato accesso al Paese, affinché l'assistenza possa raggiungere i più bisognosi.

Seguente
30 Dicembre 2010

L’anno scorso, la Mongolia è stata colpita da un devastante “Dzud” – un inverno particolarmente rigido che segue a un’estate molto secca. Con nevicate intense e temperature dai -40° ai -50°C, la gran parte della popolazione nelle campagne non ha avuto accesso neanche all’assistenza sanitaria

30 Dicembre 2010

Aggiornamento sulle attività di MSF in Sudan

29 Dicembre 2010

I rifugiati somali, in fuga dalla guerra nel proprio paese, continuano ad arrivare a Dadaab lungo il confine con il Kenya. I tre più grandi campi profughi sono già troppo affollati per accoglierli e i nuovi arrivati non hanno altra scelta che costruire ripari di fortuna nel deserto, al di fuori dei campi

24 Dicembre 2010

I casi aumentano ancora nel nord e nel sud del paese - più di 4mila persone sono impegnate per MSF nella risposta al colera a Haiti e hanno curato più di 75mila pazienti dall’inizio dell’epidemia: soltanto la scorsa settimana, circa 13mila nuovi pazienti si sono rivolti alle strutture di MSF

17 Dicembre 2010

A poche settimane dal referendum sulla secessione del 9 gennaio, contenere la peggiore epidemia di Kala azar degli ultimi otto anni è una sfida quotidiana

14 Dicembre 2010

MSF chiede al governo greco misure immediate per garantire condizioni di accoglienza dignitose per i migranti

14 Dicembre 2010

Irene descrive una sua giornata durante una missione nella Repubblica Democratica del Congo

13 Dicembre 2010

Dallo scoppio dell’epidemia, Medici Senza Frontiere ha curato più di 51.000 pazienti

6 Dicembre 2010

Il vaccino potrebbe prevenire nuove manifestazioni della malattia, ma resta ancora aperta la sfida legata al finanziamento.

2 Dicembre 2010

Dal 22 ottobre al 28 novembre MSF ha curato più di 41.000 persone

Pagine