Previous
  • Dopo un intervento di emergenza di due mesi nella Provincia dell’Equatore in Repubblica Democratica del Congo (RDC), le nostre équipe hanno iniziato a passare il testimone della risposta contro l’Ebola al Ministero della Salute locale e ad altre organizzazioni non governative a Mbandaka, Bikoro, Itipo e Iboko.

  • Alcune notti fa, mentre camminavo sul ponte dell’Aquarius per controllare i pazienti, mi sono fermato a parlare con alcuni ragazzi nigeriani a bordo. Puntavano il dito e lo sguardo a un bagliore all’orizzonte, curiosi di sapere se stessimo raggiungendo l’Europa e sul motivo della nostra sosta così prolungata. Gli ho mostrato sul mio telefono la nostra posizione sulla mappa, eravamo bloccati tra la Sicilia e Malta. Puntando lo sguardo a nord dalla prua potevamo vedere le tenui luci dell’Italia.

  • Nel campo di Kutupalong in Bangladesh, abbiamo aperto un nuovo reparto di maternità. In questo periodo, su dieci letti occupati, quattro accolgono donne Rohingya che hanno subito violenze sessuali. Nella struttura, costruita per resistere alla stagione delle piogge, ci sono stanze private per le neo-mamme che potranno essere assistite senza il rischio che qualcuno le identifichi o ascolti ciò che dicono.

Seguente
23 Giugno 2017

MSF ha espresso soddisfazione per l’aggiunta del morso di serpente alla lista delle Malattie Tropicali Neglette dell’Organizzazione Mondiale della Sanità. Nonostante si stimi che il morso di serpente uccida oltre 100.000 persone all’anno, più di ogni altra malattia nella lista, le risorse per prevenirlo e curarlo sono quasi inesistenti e l’accesso alle terapie salvavita anti veleno resta molto limitato. 

1 Marzo 2017

La notizia della morte di Salome Karwah giunge inaspettata e ci addolora profondamente.

21 Dicembre 2016

Siamo allarmati per le gravi condizioni di vita delle persone trattenute ed esprimiamo la nostra opposizione alla detenzione indefinita e arbitraria di migranti, rifugiati e richiedenti asilo in Libia.

26 Settembre 2016

A luglio 2015, MSF ha avviato la più grande campagna di vaccinazione mai realizzata in Repubblica Centrafricana, per proteggere circa 220.000 bambini al di sotto dei cinque anni contro almeno nove malattie infettive tra cui morbillo, difterite, tetano e pertosse, entro la fine del 2016.

26 Gennaio 2016

MSF mette in evidenzia cinque malattie che rappresentano una sempre maggiore minaccia alla salute e che potrebbero potenzialmente trasformarsi in epidemie nel corso del 2016: colera, malaria, morbillo, meningite e un gruppo di malattie spesso trascurate, diffuse da virus e parassiti.

22 Ottobre 2013

Rosana, medico MSF, racconta la sua esperienza dal campo di Doro in Sud Sudan

25 Gennaio 2011

La risposta di MSF

30 Dicembre 2010

Aggiornamento sulle attività di MSF in Sudan

12 Novembre 2009

Un anno di Medici Senza Frontiere. Dal successo nella lotta alla malnutrizione alle nuove sfide nei paesi in conflitto

6 Agosto 2008

Dalla Conferenza Mondiale sull’AIDS di Città del Messico, l’allarme di MSF

Pagine