Previous
  • Una settimana di pesanti violenze, accompagnata dal blocco che impedisce tutti i rifornimenti vitali in Yemen, mostra ancora una volta l’assoluto disprezzo delle parti in guerra nei confronti della popolazione civile, dei pazienti e delle strutture mediche nel Paese.

  • Per il secondo inverno consecutivo, le autorità greche tengono intrappolate migliaia di uomini, donne e bambini nelle isole greche, abbandonandoli sull’orlo di una crisi umanitaria.

    Per rispondere a questa crisi, abbiamo intensificato il nostro intervento umanitario d’emergenza nel Paese. Allo stesso tempo, lanciamo un nuovo appello all’Europa e alle autorità greche affinché queste persone vengano al più presto ricollocate sulla parte continentale della Grecia.

  • La crisi umanitaria a Cox’s Bazar, in Bangladesh, non accenna a diminuire. Dal 25 agosto più di 620.000 Rohingya sono fuggiti dal Myanmar per raggiungere il paese vicino. Questi arrivi si sono aggiunti alle centinaia di migliaia di Rohingya che avevano lasciato il proprio paese negli anni scorsi e vivevano già in condizioni precarie. La testimonianza di Elena dal cuore di una crisi.

  • Da quattro giorni, la Coalizione guidata dall’Arabia Saudita non autorizza più i nostri voli verso lo Yemen, ostacolando direttamente la capacità di fornire assistenza medico-umanitaria salvavita a una popolazione già stremata. Chiediamo alla Coalizione di consentire immediato accesso al Paese, affinché l'assistenza possa raggiungere i più bisognosi.

Seguente
1 Giugno 2017

Intervista a Miriam Alía, esperta di vaccinazioni e risposta alle epidemie per MSF, specializzata in meningite.

1 Giugno 2017

Anche quest’anno, la Nigeria e il Niger si trovano a dover fronteggiare un’epidemia dilagante di meningite C. Le nostre équipe stanno rispondendo a questa emergenza con campagne di vaccinazione e assistenza sanitaria in entrambi i paesi.

9 Maggio 2017

Nel nord della Nigeria, migliaia di uomini, donne e bambini sono stati colpiti dalla peggiore epidemia di meningite batterica del gruppo C, degli ultimi nove anni. Circa sei mesi dopo che i primi casi sono stati registrati nello stato dello Zamfara, il Ministero della Salute nigeriano sta ancora cercando a fatica di combattere questa epidemia che si è diffusa in sette stati del Paese. Dal mese di febbraio, quando l’epidemia è stata ufficialmente dichiarata, MSF supporta le autorità sanitarie nella sorveglianza epidemiologica e nella gestione dei casi nelle località più colpite.

18 Gennaio 2017

Quando si parla di malattie gravi e contagiose, l'informazione deve essere scrupolosa, attenta e non fuorviante e purtroppo sono in molti a parlarne in maniera inappropriata.

27 Maggio 2015

Più di 6.000 casi sospetti e 443 morti per meningite sono stati registrati in Niger negli ultimi tre mesi. Ma la carenza di vaccini ha ostacolato la tempestiva attuazione di una campagna di vaccinazione.

La dottoressa Pauline Lechevalier, esperta di vaccinazioni di MSF, discute i recenti progressi nel rispondere alle epidemie di meningite e riflette sui miglioramenti ancora necessari:

Tre mesi dopo l'inizio dell'epidemia di meningite in Niger, ci sono ancora difficoltà nell'attuazione di una campagna di vaccinazione. Perché?

27 Maggio 2015

L'epidemia di meningite, che da gennaio ha colpito diverse regioni del Niger, ha provocato 352 morti su 5.273 casi registrati dalle autorità sanitarie all'8 maggio 2015. Il Dottor Clément Van Galen racconta come MSF sta rispondendo all’emergenza meningite a Niamey:

13 Maggio 2015

Un’epidemia di meningite che si è propagata in diverse regioni del Niger ha finora ucciso 352 persone, su un totale di 5.273 casi registrati dalle autorità sanitarie, da gennaio a oggi.

30 Marzo 2011

Sud Sudan: una nazione di fronte a sfide importanti - Mali: la vaccinazione contro l'epidemia di meningite - HIV/AIDS: la marcia per i farmaci generici

25 Gennaio 2011

La risposta di MSF

6 Dicembre 2010

Il vaccino potrebbe prevenire nuove manifestazioni della malattia, ma resta ancora aperta la sfida legata al finanziamento.

Pagine