Previous
  • Una settimana di pesanti violenze, accompagnata dal blocco che impedisce tutti i rifornimenti vitali in Yemen, mostra ancora una volta l’assoluto disprezzo delle parti in guerra nei confronti della popolazione civile, dei pazienti e delle strutture mediche nel Paese.

  • Per il secondo inverno consecutivo, le autorità greche tengono intrappolate migliaia di uomini, donne e bambini nelle isole greche, abbandonandoli sull’orlo di una crisi umanitaria.

    Per rispondere a questa crisi, abbiamo intensificato il nostro intervento umanitario d’emergenza nel Paese. Allo stesso tempo, lanciamo un nuovo appello all’Europa e alle autorità greche affinché queste persone vengano al più presto ricollocate sulla parte continentale della Grecia.

  • La crisi umanitaria a Cox’s Bazar, in Bangladesh, non accenna a diminuire. Dal 25 agosto più di 620.000 Rohingya sono fuggiti dal Myanmar per raggiungere il paese vicino. Questi arrivi si sono aggiunti alle centinaia di migliaia di Rohingya che avevano lasciato il proprio paese negli anni scorsi e vivevano già in condizioni precarie. La testimonianza di Elena dal cuore di una crisi.

  • Da quattro giorni, la Coalizione guidata dall’Arabia Saudita non autorizza più i nostri voli verso lo Yemen, ostacolando direttamente la capacità di fornire assistenza medico-umanitaria salvavita a una popolazione già stremata. Chiediamo alla Coalizione di consentire immediato accesso al Paese, affinché l'assistenza possa raggiungere i più bisognosi.

Seguente
23 Agosto 2017

Le aspettative di accesso a un vaccino pneumococcico coniugato (PCV) a prezzi accessibili hanno subìto un duro colpo dopo che l’Ufficio dei brevetti indiano ha concesso un brevetto alla casa farmaceutica statunitense Pfizer per il suo farmaco PCV13. Il rilascio di questo brevetto impedisce ad altri produttori in India di fornire questo vaccino.

28 Aprile 2017

In occasione dell'Assemblea Generale della Pfizer, MSF si fa portavoce degli investitori individuali dell’azienda che invitano la società a ridurre il prezzo del vaccino anti pneumococcico.

10 Novembre 2016

Cari impiegati della Pfizer, mi presento: mi chiamo Mary Jo, e lavoro come infermiera per MSF da 17 anni. Vi scrivo perché sabato 12 Novembre sarà la Giornata mondiale contro la Polmonite, che, insieme alle altre infezioni da pneumococco, uccide ogni anno quasi un milione di bambini.

28 Luglio 2016
Domani MSF difenderà il diritto di milioni di bambini in tutto il mondo a essere protetti contro la polmonite, durante l’udienza all’Ufficio Brevetti in India.
10 Marzo 2016

MSF ha depositato in India un’opposizione per evitare che la società farmaceutica statunitense Pfizer ottenga un brevetto sul vaccino antipneumococcico coniugato (PCV13), che protegge contro infezioni quali polmoniti e meningiti e per consentire che versioni del vaccino più economiche possano entrare sul mercato ed essere disponibili per i paesi in via di sviluppo e le organizzazioni umanitarie.

13 Gennaio 2016

MSF ha avviato una campagna di vaccinazioni di massa senza precedenti in Repubblica Centrafricana con l’obiettivo di vaccinare circa 220.000 bambini, pari a un quarto di tutti i bambini nel paese, entro la fine del 2016. Un’azione di portata eccezionale, anche a causa del costo proibitivo del vaccino antipneumococcico, che consentirà di proteggere i bambini al di sotto dei cinque anni contro le principali malattie responsabili di mortalità infantile nel paese.

26 Novembre 2015

Nei suoi primi due mesi di vita, Mary James ha dormito senza coperte su un letto di ferro in un piccolo rifugio umido, all’interno del campo sovraffollato per la protezione dei civili (PoC) delle Nazioni Unite a Malakal, nel Sud Sudan. Ora dorme nel letto di un ospedale MSF, in lotta per la vita.

11 Novembre 2015

MSF lancia oggi la petizione globale "A Fair shot: il vaccino giusto al prezzo giusto" per chiedere alle aziende farmaceutiche Pfizer e GlaxoSmithKline (GSK) di ridurre il prezzo del vaccino antipneumococcico, causa di una ampia gamma di infezioni tra cui la polmonite, a 5 dollari statunitensi per bambino (per tutte e tre le dosi) in tutti i Paesi in via di sviluppo.