Previous
  • Dopo un intervento di emergenza di due mesi nella Provincia dell’Equatore in Repubblica Democratica del Congo (RDC), le nostre équipe hanno iniziato a passare il testimone della risposta contro l’Ebola al Ministero della Salute locale e ad altre organizzazioni non governative a Mbandaka, Bikoro, Itipo e Iboko.

  • Alcune notti fa, mentre camminavo sul ponte dell’Aquarius per controllare i pazienti, mi sono fermato a parlare con alcuni ragazzi nigeriani a bordo. Puntavano il dito e lo sguardo a un bagliore all’orizzonte, curiosi di sapere se stessimo raggiungendo l’Europa e sul motivo della nostra sosta così prolungata. Gli ho mostrato sul mio telefono la nostra posizione sulla mappa, eravamo bloccati tra la Sicilia e Malta. Puntando lo sguardo a nord dalla prua potevamo vedere le tenui luci dell’Italia.

  • Nel campo di Kutupalong in Bangladesh, abbiamo aperto un nuovo reparto di maternità. In questo periodo, su dieci letti occupati, quattro accolgono donne Rohingya che hanno subito violenze sessuali. Nella struttura, costruita per resistere alla stagione delle piogge, ci sono stanze private per le neo-mamme che potranno essere assistite senza il rischio che qualcuno le identifichi o ascolti ciò che dicono.

Seguente
12 Gennaio 2018

“Abbiamo identificato la salute mentale come un'esigenza fondamentale, perché molti sfollati interni avevano assistito a eventi estremamente traumatici e necessitavano di assistenza. Inoltre, a causa dei pregiudizi legati alla salute mentale, molti si sentivano in imbarazzo a chiedere aiuto”.

12 Gennaio 2017

Il recente lancio dell’offensiva militare per riprendere Mosul ha costretto persone che avevano attraversato situazioni estremamente traumatiche a scappare dalla città e dai villaggi limitrofi.

9 Gennaio 2017

Dopo essere stati bloccati dalle politiche europee sulla migrazione, migliaia di migranti e rifugiati si trovano costretti al gelo in Grecia e nei Balcani, in ripari per nulla adatti alle rigidi condizioni invernali.

16 Settembre 2016

MSF partecipa per l’ottavo anno in qualità di partner al Festival “Internazionale a Ferrara”, organizzato dalla rivista Internazionale e dal Comune di Ferrara. Anche quest’anno tanti incontri, dibattiti ed eventi per accendere un riflettore in primo luogo sul tema degli ospedali sotto attacco, a un anno dal terribile bombardamento dell’ospedale di MSF a Kunduz, in Afghanistan, dove persero la vita 42 persone. Esperti e giornalisti si confronteranno anche sui rischi e i compromessi di lavorare in contesti ostili; sulle innovazioni mediche tra business e salute; sul digitale al servizio dell’azione umanitaria e sulla migrazione.

6 Giugno 2016

In Italia, i team mobili di MSF stanno lavorando in Sicilia e nei porti delle regioni nel sud del paese per fornire supporto psicologico e prima assistenza ai sopravvissuti di eventi traumatici come naufragi e incidenti in mare.

13 Ottobre 2015

Da più di un anno, nei 16 Centri di Accoglienza Straordinaria (CAS) della provincia di Ragusa, che ospitano circa 400 persone, MSF fornisce supporto psicologico e assistenza. L'intervista alla psicologa MSF Gaia Quaranta.