Previous
  • Dopo un intervento di emergenza di due mesi nella Provincia dell’Equatore in Repubblica Democratica del Congo (RDC), le nostre équipe hanno iniziato a passare il testimone della risposta contro l’Ebola al Ministero della Salute locale e ad altre organizzazioni non governative a Mbandaka, Bikoro, Itipo e Iboko.

  • Alcune notti fa, mentre camminavo sul ponte dell’Aquarius per controllare i pazienti, mi sono fermato a parlare con alcuni ragazzi nigeriani a bordo. Puntavano il dito e lo sguardo a un bagliore all’orizzonte, curiosi di sapere se stessimo raggiungendo l’Europa e sul motivo della nostra sosta così prolungata. Gli ho mostrato sul mio telefono la nostra posizione sulla mappa, eravamo bloccati tra la Sicilia e Malta. Puntando lo sguardo a nord dalla prua potevamo vedere le tenui luci dell’Italia.

  • Nel campo di Kutupalong in Bangladesh, abbiamo aperto un nuovo reparto di maternità. In questo periodo, su dieci letti occupati, quattro accolgono donne Rohingya che hanno subito violenze sessuali. Nella struttura, costruita per resistere alla stagione delle piogge, ci sono stanze private per le neo-mamme che potranno essere assistite senza il rischio che qualcuno le identifichi o ascolti ciò che dicono.

Seguente

Paesi

Argomento

10 Luglio 2018

Non tutti possono godersi la partita fino alla fine.

30 Maggio 2018

Abbiamo avviato la vaccinazione contro l’Ebola per gli operatori che lavorano in prima linea a Bikoro, Provincia dell’Equatore, in Repubblica Democratica del Congo, dove nelle ultime settimane stiamo collaborando con il Ministero della Salute e l’OMS per il contenimento dell’epidemia.

18 Aprile 2018

 

Com’è la situazione attualmente in Yemen?

29 Marzo 2018

Nella Striscia di Gaza la situazione socioeconomica si sta deteriorando sia per il blocco in vigore ormai da 10 anni imposto da Israele che per le conseguenze del conflitto interno tra le divisioni palestinesi. Più della metà della popolazione è disoccupata, l'elettricità è limitata a poche ore al giorno, l'acqua non è potabile e i movimenti dentro e fuori la Striscia sono estremamente limitati, per cui le persone non possono accedere a cure mediche specialistiche.

2 Marzo 2018

Ci è appena arrivata una drammatica video-testimonianza da un ospedale materno-infantile colpito nei recenti bombardamenti nella Ghouta orientale. Ad inviarcelo sono stati i medici che lavorano nella struttura, che supportiamo dal 2014.

17 Gennaio 2018

È trascorso un anno dal bombardamento della città di Rann, nel nord-est della Nigeria, per mano delle forze aeree nigeriane. Nell'attacco hanno perso la vita 90 tra donne, uomini e bambini. Tantissimi i feriti. Hanno perso la vita anche sei operatori della Croce Rossa nigeriana e tre operatori dello staff locale MSF.

4 Gennaio 2018

Un video per raccontarvi il nostro 2017. Ci chiediamo come sia stato possibile fare tutto questo, senza smettere neanche un attimo di portare cure a chi aveva perso tutto, anche la speranza. LA RISPOSTA SIETE VOI, la vostra vicinanza e il vostro sostegno.

12 Dicembre 2017

Lo scorso 13 novembre, attacchi aerei hanno colpito il mercato di Al Atarib. Il video mostra l'impatto dei bombardamenti sulla struttura medica con la testimonianza del direttore, Hassan Obid.

7 Novembre 2017

Il terzo video selfie ci arriva da Bianca, responsabile delle Risorse Umane a Juba, in Sud Sudan

13 Settembre 2017

Il secondo video-selfie dal campo ci arriva da Mariana, infermiera MSF, impegnata nella sua missione in Repubblica Democratica del Congo.

Pagine