Johnson&Johnson ci senti?

Abbassa il prezzo della bedaquilina a 1 dollaro al giorno!

Esiste un farmaco salvavita – prodotto dalla casa farmaceutica Johnson&Johnson – ma le persone non possono permetterselo. Che senso ha?

Centinaia di migliaia di pazienti nel mondo che soffrono di tubercolosi resistente ai farmaci vivono nell’incubo di cure lunghissime e terribili effetti collaterali: fino a 20 pillole al giorno, iniezioni dolorose, psicosi, nausea persistente, sordità… persino la morte. La bedaquilina potrebbe aiutarli ma il prezzo troppo elevato la rende inaccessibile in molti paesi del mondo.

Mi ha salvato la vita” racconta una paziente, Noludwe Mabandlela. “Dopo aver iniziato la cura con la bedaquilina, la mia salute è migliorata molto più velocemente. Non auguro a nessuno di provare quello che ho provato io con i precedenti trattamenti”.

L’accesso alle cure non è fantascienza ma un diritto universale. Per questo chiediamo a Johnson&Johnson di abbassare il prezzo del farmaco a 1 dollaro al giorno.

Abbiamo tempo fino al 30 ottobre quando inizierà la più grande conferenza mondiale sulla tubercolosi in India.

Non chiediamo mica la luna. Facciamo #spazioallecure.

Unisci la tua voce alla nostra!

Firma la petizione

2.456 su 5.000
hanno già firmato

Ho letto l’informativa sul trattamento dei dati ai sensi della vigente normativa e del Reg (UE) 679/2016 (www.medicisenzafrontiere.it/privacy) e acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità relative alla ricezione di materiale informativo e di raccolta fondi.