Medico part-time – Progetto di Palermo

Nel 2020 MSF Italia ha individuato a Palermo la presenza di una significativa popolazione vulnerabile e negletta costituita da migranti che sono sopravvissuti ad esperienze di violenza intenzionale; il sistema sanitario territoriale stesso si è dimostrato sensibile e disponibile ad offrire assistenza specifica a tale popolazione.

L’Azienda Sanitaria provinciale di Palermo (ASP) dal 2000 fornisce assistenza sanitaria e sociale agli stranieri temporaneamente o stabilmente presenti nel territorio, indipendentemente dallo stato di regolarità o irregolarità’; è infatti attivo un ambulatorio STP (Stranieri Temporaneamente Presenti) gestito dall’U.O. Promozione della Salute Immigrati e dall’ U.O.C. di Psicologia che ha, come obiettivi, il promuovere la salute dei beneficiari, offrire assistenza sociale, elaborare procedure d’accesso e percorsi di salute e creare una rete integrata con altri enti pubblici, privati e di volontariato.

In questo contesto si inserisce l’intervento di MSF, volto a rafforzare il servizio che il sistema sanitario territoriale già fornisce, creando in collaborazione un ambulatorio multidisciplinare dedicato ad un percorso riabilitativo specifico per le persone sopravvissute a violenza intenzionale/tortura.

Nello specifico il ruolo di MSF è quello di affiancare personale sanitario con esperienza e formazione specifica in tale ambito e di fornire supporto, training e coaching allo staff dell’ASP di Palermo.

Il progetto, inoltre, ha come obiettivo l’individuazione dei beneficiari attraverso attività di sensibilizzazione territoriale presso i centri di accoglienza formali e non, e di rinforzare il supporto socio legale attraverso la creazione di partenariati con il sistema sanitario nazionale, con alcune associazioni civili e con l’università di Palermo.

Obiettivi specifici

Offrire assistenza medica in relazione alle necessità dei singoli pazienti, seguendo il percorso di cura dalla valutazione e presa in carico alla dimissione. Tale percorso ambulatoriale prevede un approccio multidisciplinare al paziente, garantito da un team composto da diversi professionisti di MSF, ASP Palermo e altre Istituzioni/Associazioni partner (psicoterapeuti, assistenti sociali, legali, medici specialisti, etc.) secondo le esigenze specifiche del paziente.
Fornire trattamento secondo protocolli medici aggiornati, secondo i valori ed i protocolli condivisi, con l’obiettivo di migliorare lo stato di salute globale dei beneficiari.

Ruoli principali e responsabilità

  • Implementare le strategie di identificazione e presa in carico dei pazienti sopravvissuti alla violenza intenzionale con il supporto del Referente Medico (PMR) e del Referente Salute Mentale (MHAM) del progetto.
  • Prendere parte al team multidisciplinare nel percorso di prima valutazione, di presa in carico, fino alla dimissione ambulatoriale, garantendo la qualità degli interventi nel rispetto dei protocolli medici del sistema sanitario territoriale e di MSF.
  • Applicare le conoscenze mediche nei processi diagnostico terapeutici, prevedendo, quando necessario, follow up e consulenze specialistiche per i pazienti in carico.
  • Informare il paziente e/o i familiari/tutori legali sullo stato di salute e sul percorso di cura, accertandosi della corretta comprensione delle informazioni date. Assicurarsi che venga rispettata la confidenzialità medico-paziente.
  • Gestire l’eventuale distribuzione di farmaci e strumentazione sotto la propria responsabilità, compresa la corretta disinfezione/sterilizzazione dell’eventuale materiale medico. Assicurare i corretti standard igienici.
  • Partecipare alla raccolta dei dati epidemiologici e del registro nel database EMR.

Profilo e qualifiche

Educazione

Essenziale:

  • Laurea in Medicina e Chirurgia
  • Iscrizione ad un Ordine dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri sul territorio italiano

Esperienza

Essenziale:

  • 2 anni di esperienza clinica come Medico (anche in scuola di Specializzazione)
  • pregressa esperienza in ambito migratorio

Desiderabile:

  • esperienza in assistenza e riabilitazione di persone sopravvissute a violenza intenzionale o in medicina delle migrazioni
  • pregressa esperienza con MSF o altra ONG

Lingua

Essenziale: Italiano (C1)

Desiderabile: Inglese (B2)

Conoscenze

Desiderabile: conoscenza del Sistema sanitario siciliano

Competenze

  • Adesione ai principi MSF
  • Flessibilità
  • Capacità di raggiungimento di obiettivi
  • Gestione dello stress
  • Capacità di lavoro in team e cooperazione

Desiderabile: Essere residente a Palermo o in provincia di Palermo.

Condizioni

Contratto: contratto della durata di 3 mesi con un impegno lavorativo di 18 ore settimanali.

Salario Annuo Lordo (full-time): 30,431 – 36,518 € (da riproporzionare al numero di ore ed in base all’esperienza del candidato/a)

Luogo di lavoro: Palermo, Presidio Materno Infantile, via Lancia di Brolo e uffici MSF – Palermo.

Scadenza per l’invio della candidatura: 14/05/2021

Possibile data di inizio: 01/06/2021

Soltanto le persone selezionate saranno contattate. Coloro che, dopo 4 settimane dalla chiusura della vacancy, non avessero ricevuto alcuna comunicazione, possono considerare la propria candidatura non andata a buon fine.

Medico part-time - Progetto di Palermo

Scadenza per l’invio della candidatura: 14/05/2021

Dati anagrafici
Condividi con un amico