Continuano le proteste in Iraq, supportiamo i centri di salute che ricevono i feriti
  • Conflitto
  • Iraq

Mentre in Iraq continuano le proteste scoppiate a ottobre scorso, continuiamo a offrire supporto agli ospedali locali per implementare la loro capacità di risposta in caso di incidenti di massa. In collaborazione con il Dipartimento della Sanità, abbiamo avviato delle attività di formazione per i volontari che si occupano del primo soccorso e i paramedici della città per migliorare le loro capacità di gestire un flusso improvviso di pazienti

L’obiettivo è quello di impedire la diffusione del panico, dalla scena dell’incidente fin dentro al pronto soccorso dell’ospedale e di permettere così alle strutture di dare ai pazienti assistenza sanitaria d’emergenza senza alcun ostacolo” Mohammed Ali Medico MSF

Condividi con un amico