All Andersen Festival ricordo del Rwanda e azione MSF: dibattito reading proiezione

All

Medici Senza Frontiere parteciperà alla 17° edizione dell’Andersen Festival, quattro giorni di narrazioni, spettacoli, incontri con scrittori e artisti da tutto il mondo, che avrà luogo a Sestri Levante dal 5 all’8 giugno. La sezione Realtà del mondo, ispirata all’arte come strumento per lo sviluppo sociale, quest’anno è dedicata al Rwanda nel ventennale del genocidio. L’organizzazione medico umanitaria Medici Senza Frontiere era lì, si trovò di fronte allo sterminio sistematico dei Tutsi ruandesi, vide uccidere centinaia di operatori del suo staff locale e per la prima volta chiese un intervento militare per fermare lo sterminio, denunciando le responsabilità dei governi.

Il ricordo del genocidio troverà il suo culmine nel “Dibattito Rwanda”, domenica 8 giugno alle 18.30 nel suggestivo scenario della Baia del Silenzio, con la partecipazione straordinaria di Esther Mujawayo, scrittrice ruandese sopravvissuta alla strage, vincitrice del Premio Internazionale Women’s World Award e Madrina del Premio Andersen 2014. Insieme a lei, Loris De Filippi, presidente di Medici Senza Frontiere, che porterà la sua testimonianza su uno dei capitoli più strazianti della storia di MSF, e il giornalista e inviato di guerra Giovanni Porzio.

Nei giorni precedenti, MSF incontrerà il pubblico per raccontare il senso dell’azione medico umanitaria attraverso altri due appuntamenti.

  • Venerdi 6 giugno (ore 18.45 – Cortile Convento dell’Annunziata): “Se conoscessi i nomi”, reading a cura del Gruppo di lettura Feltrinelli del Teatro della Tosse con Pietro Fabbri, Paolo Asta e Gisella De Nicolò, con introduzione di Stefano Zannini, Direttore Supporto alle Operazioni di MSF Italia
  • Sabato 7 giugno (ore 19.45 – Cortile Convento dell’Annunziata): “MSF (Un)Limited” film-documentario di Peter Casear che racconta l’efficacia e i limiti degli interventi di MSF in contesti di guerra, epidemie o catastrofi naturali in tutto il mondo. Attraverso filmati d’archivio e testimonianze dirette, il film racconta le sfide quotidiane dell’organizzazione umanitaria, la necessità di essere indipendenti, i dilemmi, dal genocidio in Ruanda, al conflitto in Afghanistan, alla pandemia di Aids. Al termine della proiezione Stefano Zannini, Direttore Supporto alle Operazioni di MSF Italia, risponderà alle domande del pubblico. 

Sabato 7 e domenica 8 giugno dalle 11.00 alle 23.00 in Piazza Matteotti sarà allestito uno stand con materiale informativo e merchandising solidale di Medici Senza Frontiere.

La sezione “Realtà del mondo” è organizzata dall’Andersen Festival in collaborazione con Goethe Institut Genua, Associazione Bene Rwanda e Medici Senza Frontiere.

Guarda un video estratto dal film documentario MSF Unlimited sul Rwanda

Lascia un Commento

Condividi con un amico