Benvenuto il nuovo vaccino contro la meningite. Ma dovrà essere razionato?

  • Accesso ai farmaci

6 febbraio 2003. Medici Senza Frontiere (MSF) è soddisfatta per il vaccino trivalente (ACW135) sviluppato dalla GlaxoSmithKline (GSK). E' incoraggiante vedere quanto velocemente il nuovo prodotto sia stato registrato – ci sono infatti voluti pochi mesi – mentre ancora lo scorso agosto aziende e autorità regolatorie sostenevano che una rapida manovra fosse impraticabile.

"Ciò mostra che quando c'è la volontà si può molto. Col nuovo vaccino possiamo contrastare l'emergenza del ceppo W135 di meningite in Africa" ha detto Bernard Pécoul, direttore della Campagna per l'Accesso ai Farmaci Essenziali di MSF. "Il Burkina Faso ha registrato già 1.300 casi dallo scorso dicembre, la maggioranza W135. Secondo fonti non ufficiali dell'OMS, la malattia ha raggiunto livelli epidemici in tre distretti del paese. Se ci fosse un'epidemia a livello nazionale, il Burkina Faso avrebbe bisogno di circa 3 milioni di dosi" continua Pécoul.

Se il ceppo W135 si diffonde ad altri paesi della cintura della meningite africana, il bisogno salirebbe a 20-50 milioni di dosi nei prossimi 5 anni; con i 3 milioni di vaccini prodotti dalla GSK ci sarebbe un significativo ammanco. MSF mette in guardia su quanto la dipendenza da un solo produttore in una simile situazione sia poco lungimirante. Ad ogni modo, Aventis Pasteur, il secondo grande produttore di vaccini contro la meningite, non ha raccolto la sfida di far parte della soluzione.

MSF lamenta anche una notevole mancanza di sostegno finanziario. A parte il contributo privato della Fondazione Gates, solo la Norvegia ha promesso fondi per combattere la meningite in Africa, battaglia per la quale l'OMS ha stimato necessari 10 milioni di euro. "Il sostegno della Fondazione Gates è benvenuto ma coprire i bisogni della sanità pubblica globale è compito dei governi" ha detto il dott. Pécoul.

La GlaxoSmithKline vende il vaccino prodotto a 1.50 dollari per dose, prezzo troppo alto per i paesi africani colpiti. MSF si sta impegnando per ottenere il vaccino a meno di un dollaro a dose.

Approfondimenti:
DUE PESI E DUE MISURE
La storia dei vaccini contro la meningite. Dicembre 2002

Lascia un Commento

Condividi con un amico