Burkina Faso mancano i fondi per combattere la grave epidemia di meningite.

  • Vaccinazioni

 

 

 

Ouagadougou, 26 marzo 2007 – Mentre continua la massiccia campagna di vaccinazione contro la meningite in Burkina Faso, i fondi necessari per l'acquisto di vaccini supplementari tardano ad arrivare. Medici Senza Frontiere (MSF), che sostiene le autorità del paese nella cura dei malati e nella vaccinazione della popolazione, lancia un appello urgente alla comunità internazionale affinché aumentino i loro aiuti di almeno un milione di euro. Tale somma è indispensabile per l'acquisto e il trasporto di 1,7 milioni di vaccini e altro materiale in attesa di essere spediti.
 

La metà dei 3.350.000 di vaccini messi a disposizione del Burkina Faso per combattere il propagarsi dell'epidemia sono ancora bloccati per mancanza di fondi. Se i vaccini non verranno spediti nei prossimi giorni, l'impatto della campagna di vaccinazione sarà molto limitato. “I vaccini sono lì, la logistica è pronta, la campagna di vaccinazione è avviata, ma mancano i fondi”, spiega Meinie Nicoali, responsabile delle operazioni di MSF. “L'epidemia che colpisce il Burkina Faso è molto più grave di quanto abbiamo visto gli anni passati. Eppure, nonostante la drammaticità della situazione e la mobilitazione del Ministero della Salute e delle organizzazioni umanitarie, la comunità internazionale non sta fornendo il necessario sostegno a questo grande sforzo per salvare vite umane. La lentezza della comunità internazionale è inaccettabile”. Una dose di vaccino costa 0,50 euro.

Dallo scoppio dell'epidemia di meningite in Burkina Faso a fine febbraio, 10.796 casi sono stati registrati e 801 persone sono morte secondo le autorità sanitarie del paese. Per sostenere la massiccia campagna di vaccinazione realizzata dalle autorità, MSF ha già vaccinato circa 500mila persone e ha curato 400 malati nella capitale Ouagadougou. MSF si prepara ad aumentare il suo intervento nel paese e a vaccinare ancora di più per evitare la propagazione dell'infezione.
 

La meningite, un'infezione della membrana cerebrale, è una malattia altamente infettiva che uccide fino al 50% delle persone colpite in assenza di cure tempestive. Anche quando la malattia viene diagnosticata presto e curata con antibiotici appropriati, il tasso di mortalità rimane tra il 5% e il 10%. Inoltre, un sopravvissuto su cinque soffrirà a posteriori di effetti neurologici come sordità o ritardo mentale.

Lascia un Commento

Condividi con un amico