Ciad primi segni di malnutrizione tra i rifugiati

  • Malnutrizione
  • Ciad

MSF chiede alle Nazioni Unite di intervenire urgentemente. Da sei mesi, dall'inizio di questa crisi, MSF fornisce acqua, rifugio e assistenza medica ai rifugiati; ma ormai sta esaurendo le sue possibilità.

Bruxelles – I primi segni di malnutrizione sono ormai evidenti tra i rifugiati a Goré, a 25 Km dal confine tra Ciad e Repubblica Centrafricana. Secondo una recente valutazione sulla sicurezza alimentare, effettuata da MSF, il 30% dei bambini al di sotto dei cinque anni è ormai "a rischio di malnutrizione acuta". Ma il cibo continua a non essere disponibile.

Come ha spiegato Chris Verhecken, coordinatore per le emergenze di Medici Senza Frontiere, "da marzo, i rifugiati hanno ricevuto 8 Kg di cereali a persona: meno di un terzo della quantità necessaria. Non ci sono semi da piantare e non c'è cibo da mangiare; e così, nelle nostre cliniche, vediamo arrivare un numero sempre maggiore di bambini malnutriti."

Da sei mesi, dall'inizio di questa crisi, MSF fornisce acqua, rifugio e assistenza medica ai rifugiati; ma ormai sta esaurendo le sue possibilità. MSF si è ripetutamente rivolta all'Alto Commissario delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR), chiedendogli di fare di più per questi rifugiati.

"Questa gente ha urgente bisogno di maggiori aiuti, in particolare di cibo, e di un maggior livello di protezione", ha spiegato Chris Verhecken. "E, dopo le piogge dello scorso fine settimana, la situazione è diventata ancora più incerta."

La costante insicurezza nel loro paese impedisce alla maggior parte dei rifugiati di tornare a casa. Ma la carenza di cibo ha raggiunto livelli talmente sconfortanti da indurre alcuni rifugiati a rischiare la vita intraprendendo questo viaggio.

Nel novembre del 2002 è arrivata in Ciad la prima ondata di rifugiati, in fuga dalla Repubblica Centrafricana (RCA) in guerra. Oggi, 41.000 persone vivono una situazione drammatica, e MSF chiede all'UNHCR e al World Food Programme (WFP, Programma Alimentare Mondiale) di tener fede alle loro responsabilità e portare aiuto e protezione a questa gente prima che sia troppo tardi.

Lascia un Commento

Condividi con un amico