Giappone MSF in azione con équipe mediche nelle zone colpite dal disastro

Medici Senza Frontiere si è mobilitata immediatamente dopo il terremoto e il successivo tsunami, grazie agli operatori giapponesi coordinati dalla sede di MSF a Tokyo, per un’azione di supporto all’ampio intervento del governo.

L’équipe di Medici Senza Frontiere, formata da 12 persone, mercoledì ha stabilito una base operativa a Tome, nel nord della prefettura di Miyagi e si è divisa in tre gruppi. Un primo gruppo con due operatori ha continuato a lavorare con i medici locali nei centri sfollati di Minami Sanriku; un’altra équipe di due persone è andata nell’isola di Oshima per lavorare nei centri sfollati.

È il primo personale medico a raggiungere l’isola: i medici di MSF hanno visitato 40 pazienti, la maggior parte dei quali aveva perso le medicine per curare le malattie croniche. La terza équipe è andata ancora più a nord, nella prefettura di Miyagi, ha compiuto una valutazione nella città di Kesennuma dove sono presenti medici del sistema sanitario nazionale.

Per la maggior parte delle visite si è trattato di pazienti anziani con malattie croniche, molti dei quali erano a corto di medicine per l’ipertensione e il diabete. Le condizioni meteo sono state pessime, con neve e con temperatura sotto zero: sono stati individuati casi di ipotermia e infezioni respiratorie, anche dovuti alle condizioni di affollamento dei centri.

Per il momento, nei centri di evacuazione che abbiamo visitato, le principali criticità sono legate alle malattie croniche delle persone più anziane: hanno interrotto le loro cure abituali, perciò i nostri medici stanno cercando di ripristinarle per scongiurare che il loro stato di salute peggiori”, dichiara Eric Ouannes, Direttore Generale di MSF Giappone.

A Tokyo, l’èquipe di MSF che coordina l’emergenza si è attivata per trovare donazioni di alimenti dirette ai centri sfollati. Inoltre, sta individuando donazioni di stock di acqua che possono essere trasportate fino alle aree colpite, dove sta migliorando la possibilità di accesso. MSF entro domenica distribuirà 5mila coperte, acquistate in questi giorni a Tokyo. MSF sta intanto recuperando 25mila coperte a Dubai, dove è presente uno dei centri di stoccaggio di materiale dell’organizzazione.

Leggi l’approfondimento con Eric Ouannes, Direttore Generale di MSF Giappone >>

Lascia un Commento

Condividi con un amico