Guinea – Al via la campagna per vaccinare 400.000 bambini contro il morbillo

  • Morbillo Vaccinazioni
  • Guinea

Guinea – Al via la campagna per vaccinare 400.000 bambini contro il morbillo

  • Morbillo Vaccinazioni
  • Guinea

MSF ha lanciato una campagna di vaccinazione contro il morbillo in Guinea per arginare l’epidemia dichiarata dal governo nazionale il 14 gennaio. Sono già stati registrati 1105 casi sospetti di cui 68 confermati e questo ha causato il timore di una rapida diffusione del contagio.

“Il morbillo è una delle malattie più contagiose e può diffondersi in un lampo. Colpisce soprattutto i bambini e può comportare gravi complicazioni mediche. È cruciale agire per evitare la tragedia accaduta nel 2009, quando dieci bambini hanno perso la vita” spiega Corinne Benazech, capo missione MSF a Conakry.

Lavorando in collaborazione con il Ministero della Salute, MSF ha inviato 32 équipe nei quartieri di Matam, Matoto e Ratoma. Situati strategicamente vicino alle persone che ne hanno bisogno, in centri comunitari, case private o spazi pubblici, le équipe di MSF prevedono di vaccinare 394.000 bambini dai 6 ai 10 anni. Quattrocento persone dallo staff di MSF e dal Ministero della Salute lavoreranno per tre settimane per gestire questa azione di emergenza, che richiede una solida struttura logistica. Il trattamento sarà del tutto gratuito per chi verrà vaccinato.

MSF stima che durante l’epidemia circa 50 bambini colpiti dal morbillo rischieranno di sviluppare complicazioni gravi e potenzialmente letali. Per questo l’organizzazione supporterà specifiche strutture sanitarie, fornendo cure mediche in particolare ai bambini colpiti dalla malattia.

 

© Ikram N’gadi

 

“Il morbillo e le sue complicazioni possono essere letali. È quindi cruciale che vacciniamo tutti i bambini, per proteggerli ora e nei decenni a venire” ha detto Gemma Dominguez, coordinatore medico MSF a Conakry.

Il morbillo può essere evitato attraverso un vaccino sicuro ed efficace che, quando diventa parte di un programma di vaccinazioni ordinario, viene somministrato a tutti i bambini a partire dall’età di 9 mesi. Ma nel complesso, solo il 37% dei bambini in Guinea ha ricevuto entrambe le dosi di vaccino che sono necessarie per garantire una protezione completa. Anche a Conakry, la copertura della vaccinazione resta insufficiente, perché solo l’80% della popolazione è stata vaccinata.

Come parte di questa campagna di vaccinazione, MSF sarà in grado di fornire una diagnosi gratuita ai bambini colpiti dalla malattia, in modo che possano essere curati. “I bambini che mostrano i sintomi del morbillo, a partire dalla febbre alta, devono essere visti da un medico. Questo può salvare la loro vita” ha detto il Dr Daloka Delamou, coordinatore medico di MSF. Verranno garantite cure gratuite anche per eventuali complicazioni.

Il Governo della Guinea ha annunciato che lo stock di vaccini utilizzato per le vaccinazioni di routine sarà esaurito entro il 15 di febbraio e ha chiesto il supporto di MSF per organizzare la campagna di vaccinazioni d’emergenza nelle tre comunità in cui è stata dichiarata l’epidemia.

MSF lavora in Guinea da 25 anni. Oltre ai progetti ordinari, che comprendono la somministrazione di cure ai malati di AIDS, fornisce supporto regolare al governo della Guinea in risposta a emergenze ed epidemie.

Lascia un Commento

Condividi con un amico