I dettagli delle operazioni di Medici Senza Frontiere nelle zone colpite dal terremoto in Pakistan e in India.

  • Pakistan

Aggiornamento al 13 ottobre 2005

Le equipe di MSF si stanno dispiegando nelle diverse zone colpite dal terremoto, fornendo assistenza medica e distribuendo ripari, scorte alimentari essenziali e materiale per cucinare. Altro materiale e personale aggiuntivo sono in viaggio verso i luoghi del disastro.

Ci sono in questo momento 41 operatori internazionali di MSF presenti sul terreno in Pakistan, il paese maggiormente colpito dal terremoto in Asia. Altri 31 sono in viaggio. Decine di operatori nazionali li affiancano nelle zone colpite dal terremoto. In India, 10 operatori internazionali sono affiancati da 53 operatori nazionali.

 

Situazione e attività di MSF in Pakistan

Muzaffarabad – Un’equipe di MSF composta di 2 logisti pakistani ha raggiunto Muzaffarabad domenica sera per valutare la situazione. Lunedì mattina, altro personale e un kit medico d’emergenza (per fornire assistenza medica d’urgenza a 10.000 persone) sono arrivati per rafforzare l’equipe.

Tutte le strutture sanitarie in città sono crollate. Equipe mobili forniscono assistenza medica in città nelle aree con alta concentrazione di persone, come i campi per i senzatetto. L’equipe sta anche costruendo una clinica semi-mobile con una capacità di 2.000 / 3.000 pazienti.

Attualmente ci sono tre equipe mobili che effettuano tra le 80 e le 100 visite al giorno. Man mano che altri aiuti arriveranno in città, l’equipe muoverà verso aree più remote lasciando che altre organizzazioni sostituiscano MSF in città.

Lamnian – Ieri pomeriggio, un’equipe di quattro persone (un dottore pakistano e tre operatori internazionali) è giunta in elicottero a Lamnian, un villaggio a sud-est di Muzzafarabad, con un carico di materiale medico d’emergenza. Si tratta dello stesso villaggio dove MSF stava avviando un nuovo progetto in una clinica che è stata distrutta dal terremoto.

In Pakistan vengono usati elicotteri militari e gli elicotteri bianchi delle Nazioni Unite.

Il villaggio di Lamnian è completamente distrutto. La sua popolazione, comprese le persone nei dintorni, è di 25.000 persone. L’equipe ha immediatamente iniziato a curare i feriti e i malati e resterà nel villaggio per i giorni a venire. Un secondo elicottero cargo con mezza tonnellata di generi di prima necessità (coperte, materassi, sapone) è previsto per oggi.

Bagh – Un’equipe di MSF è giunta a Bagh mercoledì. La città sembra essere una delle più colpite (90% degli edifici distrutti o severamente danneggiati). La seconda parte dell’equipe insieme a materiale di soccorso (tende, materiale medico che include un kit d’urgenza per 10.000 sfollati per tre mesi) dovrebbe giungere oggi o domani.

Abottabat – Martedì un’equipe di MSF si è recata a Abottabat, dove ha potuto constatare che l’ospedale distrettuale (600 letti) è parzialmente crollato. I pazienti sono ancora ricoverati all’interno al piano terreno. Vi sono ancora scorte ma l’ospedale è completamente sovraccarico.

Mansehra – L’equipe di MSF ha trovato una situazione simile a quella di Abottabat. L’ospedale del distretto non funziona e i pazienti sono sistemati in tende.

Situazione e attività di MSF in India

Le equipe di MSF nella regione del Kashmir controllata dall’India continuano a curare i feriti, a fornire assistenza psicologica e a distribuire scorte di cibo e utensili alle persone colpite dal terremoto.

La distribuzione di scorte alimentari è essenziale a questo stadio e, a oggi, MSF ha distribuito 10.000 coperte, 5.000 metri di ripari di plastica, 80 tende, abiti per 10.000 persone, 7.000 bottiglie di acqua, 2 tonnellate di cibo e una tonnellata di materiale medico.

Nel distretto di Tangdhar , un’equipe medica sta curando i feriti al villaggio di Bhalikut . Una distribuzione di generi di prima necessità per 20.000 persone è prevista per questo weekend.

In quattro ospedali di Srinagar, MSF fornisce assistenza psicologica ai bambini che sono giunti, da soli, da zone remote. MSF fornisce assistenza psicologica post-traumatica anche nei centri già esistenti.

Nel distretto di Uri, MSF sta fornendo assistenza a 395 famiglie a Cherundu.

Lascia un Commento

Condividi con un amico