Il Brasile respinge la richiesta di brevetto per un farmaco essenziale contro l’HIV/AIDS

  • HIV/AIDS

L’ufficio brevetti brasiliano ha respinto la richiesta di brevetto presentata dalla Gilead per il farmaco Tenofivir Disoproxil Fumurate (TDF), con una mossa che potrebbe aumentare l’accesso a un farmaco chiave contro l’HIV/AIDS in molti paesi in via di sviluppo, secondo l’organizzazione internazionale umanitaria Medici Senza Frontiere (MSF).

“E’ assolutamente cruciale garantire un accesso più vasto al TDF”, afferma il dottor Tido von Choen-Angerer, direttore esecutivo della Campagna per l’Accesso ai Farmaci Essenziali di MSF. “Il TDF è un farmaco chiave, raccomandato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) sia per i pazienti che iniziano il trattamento, sia per quelli su cui le cure non hanno più effetto. Nel passato, la produzione di farmaci antiretrovirali da parte del Brasile ha contribuito ad abbassare i prezzi dei farmaci antiretrovirali a livello mondiale. Ci auguriamo che adesso accada la stessa cosa”.

La decisione significa che il farmaco potrà essere prodotto dalle compagnie di farmaci generici in Brasile o importato da altri produttori di farmaci generici all’estero. Considerando che circa 31mila persone ricevono in questo momento il farmaco tramite il programma brasiliano di cura universale dell’AIDS, e che per la fine del 2008 il loro numero potrebbe salire a 37mila, le conseguenze sulla sostenibilità degli sforzi del Brasile di fornire cure contro l’HIV/AIDS a tutti saranno considerevoli. Le case farmaceutiche in India, per esempio, producono una versione del TDF approvata dall’OMS a un decimo del prezzo: 158 dollari per la cura di un paziente per un anno, contro i 1387 dollari che la Gilead fa pagare in Brasile.

La richiesta di brevetto presentata dalla casa farmaceutica statunitense Gilead Sciences è stata contrastata da una coalizione di ONG brasiliane e dal laboratorio farmaceutico governativo. L’ufficio brevetti in Brasile ha respinto la richiesta motivando la decisione con l’assenza di innovatività del prodotto – uno dei requisiti chiave per un brevetto in Brasile e per la legge internazionale sui brevetti.

È la prima volta che un brevetto legato a un farmaco antiretrovirale viene respinto in seguito a un’opposizione preventiva in Brasile. Ma le conseguenze si estendono ben al di à dei confini del Brasile.

“Questa decisione rappresenta un precedente importante per le persone colpite dall’HIV/AIDS in tutti i paesi in via di sviluppo le cui vite dipendono da queste cure”, afferma Leena Menghaney, responsabile della Campagna per l’Accesso ai Farmaci Essenziali di MSF in India. “In India, dove MSF acquista la maggior parte dei farmaci antiretrovirali che usiamo nei nostri programmi di lotta all’HIV/AIDS in oltre 30 paesi a favore di oltre 100mila persone, le organizzazioni della società civile hanno presentato una simile opposizione alla richiesta di brevetto da parte della Gilead, e ci auguriamo che l’ufficio brevetti indiano tenga in considerazione la decisione del Brasile”.

Lascia un Commento

Condividi con un amico