L Assemblea Mondiale della Sanità approva un importante risoluzione.

  • Accesso ai farmaci

 

 

Ginevra/Roma, 29 maggio 2006 L’organizzazione umanitaria di soccorso medico Medici Senza Frontiere (MSF) esprime la propria soddisfazione per l’importante accordo raggiunto sabato 27 maggio dall’Assemblea dell’Organizzazione Mondiale della Sanità e che regolerà la Ricerca e Sviluppo nei settori prioritari ed essenziali della salute pubblica (R&S). Con una risoluzione approvata nel corso dell’incontro annuale dei ministri della sanità, i Governi hanno deciso di iniziare le discussioni per stabilire un piano d’azione globale per far fronte all’attuale crisi della R&S e di attuare le raccomandazioni emerse dal rapporto della Commissione su Proprietà Intellettuale, Innovazione e Salute Pubblica (CIPIH).

“Il sistema attuale basato sul meccanismo dei brevetti e sugli alti prezzi dei farmaci come metodo per finanziare la R&S non risponde agli enormi bisogni, particolarmente nei Paesi in Via di Sviluppo, e lascia milioni di persone senza accesso alle medicine di cui hanno bisogno”, ha detto Ellen ‘t Hoen, responsabile legale della Campagna per l’Accesso ai Farmaci Essenziali di MSF. “Senza una leadership politica, l’assenza di un serio programma di R&S e la mancanza di accesso all’innovazione non saranno mai affrontati in maniera opportuna. Questa settimana, abbiamo visto i ministri della salute assumere un ruolo guida e dimostrare che vogliono stabilire delle priorità, al fine di trovare vie alternative di finanziamento per lo sviluppo di nuovi prodotti, per assicurare a tutti l’accesso alle innovazioni”, ha aggiunto.

Con l’approvazione della risoluzione, basata su una proposta iniziale di Kenya e Brasile, gli Stati membri dell’OMS accettano di lavorare per “… assicurare una base più forte e sostenibile per una R&S orientata dai reali bisogni sanitari”. Questo assicurerà che le necessità dei pazienti – e non solamente i profitti – guideranno l’innovazione medica.

“Per la prima volta, cominciamo a vedere un’azione che tiene in considerazione l’enormità dei problemi e dei bisogni di cui siamo testimoni ogni giorno nei nostri programmi sul terreno”, ha detto il dottor Tido von Schoen-Angerer, Direttore R&S per la Campagna per l’Accesso ai Farmaci Essenziali di MSF. “Questo è un primo passo cruciale che contribuirà a considerare nuovi metodi per stimolare la R&S per problemi sanitari finora ignorati”, ha aggiunto.

Pubblicato nell’aprile del 2006, il rapporto della CIPIH ha portato numerose prove di quanto il sistema vigente sia fondamentalmente inadeguato e mal orientato, poiché spinge gli investimenti verso aree di maggiore profitto, fallendo nell’obiettivo di trovare un equilibrio tra bisogni medici globali e allocazione delle risorse.

Lascia un Commento

Condividi con un amico