Medici Senza Frontiere cura i feriti vittime dell’esplosionenel distretto di Lower Dir

  • Pakistan

In seguito a una violenta esplosione avvenuta nel distretto di Lower Dir, nella Provincia della Frontiera del Nord Ovest (NWFP) il 3 febbraio scorso, le equipe del Ministero della Salute e  di Medici Senza Frontiere che lavorano al pronto soccorso dell’ospedale distrettuale di Timurgara, hanno preso in carico 126 persone ferite, tra cui dei bambini. “La gran parte dei feriti presentava schegge di granata sul corpo, sul volto, sull’addome e sui piedi”, spiega il Dott. Ashraf Alam, responsabile medico di MSF a Timurgara.

“Delle 12 persone arrivate in condizioni molto critiche, cinque sono state immediatamente operate. L’esplosione è stata tremenda ed è avvenuta piuttosto vicino a una scuola dove i bambini erano fuori per la ricreazione”, ha aggiunto il dott. Alam.

MSF sostiene l’ospedale distrettuale di riferimento a Timurgara, nel distretto di Lower Dir. Ogni settimana, al pronto soccorso dell’ospedale, 1.100 pazienti vengono curati sia dal Ministero della Salute che dall’equipe di MSF, che prende in cura i pazienti più a rischio gestendo l’afflusso di massa dei feriti. MSF ha installato una nuova sala operatoria, un’unità operativa post-operatoria e ha messo a punto un sistema di sterilizzazione e smaltimento dei rifiuti per l’ospedale.

Sin dal 1998, MSF fornisce assistenza medica gratuita ai cittadini pachistani e ai rifugiati afghani che patiscono le conseguenze della guerra, dello scarso accesso all’assistenza sanitaria e dei disastri naturali nel NWFP, nelle Aree Tribali di Amministrazione Federale (FATA) in Balochistan e nel Kashmir.

MSF si affida esclusivamente a donazioni private per il proprio lavoro in Pakistan e non accetta fondi da alcun governo

Lascia un Commento

Condividi con un amico