Terremoto in Giappone

Le équipe di Medici Senza Frontiere mandate nelle zone colpite dal terremoto di magnitudo 9 e dal successivo tsunami nel nordest del Giappone stanno assistendo la popolazione supportando il massiccio intervento guidato dal governo. MSF è presente nei luoghi del disastro con 10 operatori giapponesi, ma altro personale si sta recando nella zona.

“Domenica, attraverso due nostre cliniche mobili, abbiamo compiuto una valutazione in due centri per sfollati, dove i bisogni medici sembrano aumentare”, dichiara Mikiko Dotsu, coordinatore dell’équipe di MSF.

La situazione resta difficile per coloro che sono sopravvissuti al disastro, visto che un’ampia zona della prefettura colpita è ancora senza acqua ed elettricità. Oggi l’équipe, divisa in due gruppi, è partita per valutare la situazione a sud di Sendai, nella prefettura di Miyagi, così come in zone più remote che sono state duramente colpite dal terremoto e dallo tsunami.

Le équipe di MSF impegnate nella valutazione pongono la propria attenzione in particolare sulla popolazione più vulnerabile, fra cui le persone anziane, i bambini e le persone che soffrono di malattie croniche (come diabete e malattie cardiache).

MSF sta anche monitorando la situazione nella zona degli impianti nucleari di Fukushima. Qualora vi fosse un serio incidente nucleare, sarebbe solo il governo giapponese a poter rispondere.

“Ci è stato riferito dalle autorità che in una zona nei dintorni di Minamisunriku, nel Miyagi settentrionale, vi erano 9200 persone, distribuite in 20 centri sfollati, con urgente bisogno di acqua, generi di prima necessità e assistenza medica”, dichiara Mikiko Dotsu, coordinatore dell’emergenza per MSF. Sebbene le persone ferite siano state evacuate con gli elicotteri, c’erano molti anziani, alcuni con sintomi di disidratazione.

MSF sta identificando alcuni bisogni specifici, come la necessità di ossigeno, generi di prima necessità, materiale medico e acqua, e lavorerà a fianco delle autorità giapponesi per assistere la popolazione.

 

 

Lascia un Commento

Condividi con un amico